65enne era morta da oltre un mese. Il corpo mummificato


Quando i vigili del fuoco di Ferrara sono entrati nella sua abitazione, l’hanno trovata quasi mummificata. La donna, 65 anni, era morta da oltre un mese, a causa di un malore che l’aveva colpita nella sua casa di via Rino Maragno, al quartiere Barco, dove viveva da sola.

L’allarme, come riporta La Nuova Ferrara, era stato dato dai vicini che non la vedevano da settimane. Un periodo troppo prolungato, anche per una persona riservata come lei, per non destare allarme e preoccupazione. La 65enne non rispondeva al campanello di casa, né al telefono. Così si è deciso di allertare i soccorsi e sul posto, insieme all’emergenza sanitaria, sono intervenuti i pompieri che hanno provveduto ad aprire la porta dell’appartamento. All’interno, i soccorritori non hanno potuto far altro che attestare il decesso della donna, avvenuto da almeno un mese come confermato dai primi riscontri medico-legali. Sul posto c’erano anche i familiari della donna, che da diverso tempo si era però isolata da tutto e da tutti, e viveva appartata, senza molti contatti con l’esterno.

Presente anche la polizia di Stato per gli accertamenti del caso. Ad ogni modo non sarebbe emerso nulla di sospetto ed è risultato evidente che si è trattato di una morte determinata da cause naturali: un malore che ha colpito la donna mentre si trovava in casa e che non le ha dato la possibilità di chiedere aiuto. Le sue abitudini hanno però ritardato la drammatica scoperta. La a procura ha deciso di non disporre l’autopsia e la salma è stata dunque messa immediatamente a disposizione dei familiari per la sepoltura.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/