addio a Mino Favini, lanci da Tacchinardi a Filippo Inzaghi


Mino FaviniMino Favini

Mino Favini

Lo chiamavano il “mago di Meda” Mino Favini – morto oggi a 83 anni – una vita in nerazzurro. Prima da giocatore, dal 1960 al 1962, poi il ritorno all’Atalanta di Percassi in veste di dirigente all’inizio degli anni Novanta. Cura le giovanili della Dea e col suo pollice verde il vivaio sforna campioni: da Alessio Tacchinardi a Riccardo Montolivo, da Pippo Inzaghi a Simone Zaza. Tanto per fare qualche nome.

il cordoglio del club
A lutto Zingonia, con il club che ha pubblicato il proprio cordoglio sul sito: “Un incredibile talent scout – si legge nel ricordo – ma prima di tutto un uomo, un grande uomo. Il Presidente Antonio Percassi e tutta la famiglia Atalanta partecipano commossi al dolore dei familiari per la scomparsa di Mino Favini. Ciao grande Mino…”


I VIDEO DI GAZZETTA TV

 Gasport 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it