“Al Real Madrid avrei segnato più di 200 gol, ma…” – Il Posticipo


La carriera di Gabriel Omar Batistuta non è di certo tra quelle che si dimenticano facilmente. In Europa ha vestito a lungo la maglia della Fiorentina, ha vinto uno Scudetto con la Roma e poi è passato all’Inter. Ma spesso ci si è chiesto come mai il Re Leone non sia stato preso in considerazione dalle big del Vecchio Continente. Vero che il calcio italiano all’epoca era quello più importante e competitivo, ma possibile che il Real e le altre grandi della Liga o della Premier non abbiano mai pensato a portarlo lontano dalla Serie A? La riposta è sì.

RESPONSABILE – E il motivo per cui Batistuta non è andato al Santiago Bernabeu lo spiega lui stesso all’America Business Forum, con le sue dichiarazioni riportate da Marca. “Non mi è mai piaciuto essere il leader della squadra, perchè quando sei il leader sei il più grande responsabile, nelle vittorie ma anche nelle sconfitte. E il calciatore viene trattato sempre come un prodotto. Quando ero alla Fiorentina mi hanno cercato squadre come il Real Madrid, il Manchester e il Milan, ma alla fine ho preferito la tranquillità di Firenze”. Una scelta di vita, ma anche di…serenità, per evitare di avere addosso troppa pressione.

NOIA – Ma Batigol come sarebbe andato al Real o al Milan? L’argentino non ha dubbi. “Se fossi andato al Real Madrid avrei vinto tantissimo. Avrei fatto anche più di 200 gol, ma mi sarei annoiato. E pensavo lo stesso del Milan”. E l’argentino assicura di non aver rimpianti per le sue scelte di carriera. “Per questo io mi sento un vincente, anche se non ho vinto quasi nulla. Sono un vincente perchè ho fatto in modo che la Fiorentina lottasse contro squadre più potenti”. Tutto vero. Ma i tifosi del Real o del Milan potrebbero prenderla diversamente. E chiedersi perchè, in fondo, almeno un paio di stagioni Batigol non si sia andato…ad annoiarsi da loro!




Link ufficiale: gazzetta.it