albergatore prende il padre a bastonate


Una famiglia di Città del Capo, in Sudafrica, in vacanza ad Aosta sarebbe stata aggredita dal titolare di un albergo due stelle, a pochi metri dal centro del capoluogo della Valle, mentre tentava di trovare un bagno per la figlia di 7 anni. A raccontare l’increscioso episodio, mediante una recensione su Tripadvisor (il popolare sito web dedicato ai viaggi), è stata Audrey Goodridge, la moglie del malcapitato. La donna spiega di essere giunta all’Hotel Mignon alle 22 del 18 agosto a bordo di un carro attrezzi. La vettura della famiglia si era infatti fermata per un guasto quasi in cima al colle del Gran San Bernardo. “Abbiamo chiesto all’hotel Mignon se nostra figlia potesse usare il bagno visto che era disperata. L’albergatore ha rifiutato e ha detto che non eravamo ospiti. Mia figlia stava per bagnarsi e mio marito l’ha portata nel posto che ha trovato più lontano dall’albergo per fare il suo urgente bisogno. L’uomo si è presentato con un bastone e ha picchiato mio marito sulla schiena causandogli un grave infortunio”.

A questo punto, sempre secondo la recensione pubblicata da Tripadvisor, accompagnata da una fotografia, il titolare, Paolo Maccari, si sarebbe presentato all’esterno dell’hotel con un bastone e avrebbe picchiato il marito di Audrey sulla schiena “causandogli un grave infortunio“. Nello scatto si vede l’albergatore con in mano un bastone, con il quale sembra minacciare in qualche modo chi gli sta di fronte. Ad ogni modo, né l’aggredito né la moglie al momento hanno sporto querela: “eravamo vulnerabili, non sapevamo dove andare a dormire, mia figlia era traumatizzata per aver visto bastonare suo padre a pochi centimetri da lei”, si giustifica Audrey.

Paolo Maccari ha replicato su Tripadvisor:

“I ‘signori’ in questione si sono permessi di fare i loro bisogni nel parcheggio dell’hotel, sotto le finestre delle camere dei nostri clienti: questo la dice lunga sull’educazione di queste persone. Per loro il soccorso stradale aveva prenotato 2 camere, che noi abbiamo riservato malgrado fosse la notte di sabato 18 agosto, tanto che il nostro albergo era al completo. Sono stati accompagnati dal mezzo del soccorso stradale e quando sono arrivati in hotel hanno richiesto una family room per 4 persone, mentre noi avevamo solamente le 2 matrimoniali prenotate per loro al prezzo di 90 euro l’una, colazione inclusa. Quindi hanno discusso tra loro per ottenere un prezzo inferiore, tanto che hanno trovato una camera quadrupla a 150 euro, in un albergo di Saint-Rhémy-en-Bosses distante una trentina di chilometri, così che avevano il problema di trovare un taxi per condurli a Saint-Rhémy-en-Bosses e hanno provato a chiedere a noi per prenotarlo. A quel punto abbiamo chiesto all’autista se poteva portarli via e il papà con la figlia hanno girato l’angolo dell’albergo per fare i loro bisogni”.

L’albergatore accusa: “Una vergogna, dei veri maiali, oltre al tempo che hanno fatto perdere a tutti noi e al fatto di avere lasciato vuote 2 camere prenotate sabato 18 agosto, poi fortunatamente occupate mezz’ora dopo ad una simpatica famiglia italiana. Gente del genere dovrebbe vergognarsi altro che criticare il nostro comportamento, visto che li abbiamo invitati a salire sul mezzo e ad andarsene immediatamente, considerato che non è proprio normale venire a fare i bisogni davanti all’ingresso di un hotel”.

E sull’episodio è intervenuto anche il presidente dell’associazione degli albergatori Valle d’Aosta Filippo Gerard: “A quanto risulta a noi non c’è alcuna denuncia, non ho chiamato l’interessato e quindi non sono in grado di dire se corrisponde al vero o al falso”. commenta Gerard. “Il rispetto è alla base di tutto e se si chiede rispetto lo si deve dare anche all’albergatore – prosegue – se uno fa fare i bisogni del figlio davanti a un albergo si mette in una posizione in cui può succedere di tutto”.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/