“Anche il pareggio mi sarebbe stato stretto” – Mondo Udinese


Il tecnico friulano in conferenza stampa nel post partita col Parma

Il tecnico friulano in conferenza stampa nel post partita col Parma:

Anche il pareggio non mi avrebbe soddisfatto come risultato perché abbiamo giocato molto bene. Si vede che c’è stato un grande lavoro dietro che è stato assimilato dai giocatori. Dobbiamo migliorare in alcuni dettagli come imparare a liberarci della palla nei tempi giusti. Ho qualcosa da ridire circa l’atteggiamento su due disattenzioni in situazioni conosciute, anche se non intendo soffermarmi sul singolo errore perché gli episodi sono la somma di vari comportamenti. Non siamo stati molto abili nel caso del secondo gol, perché nonostante due uomini a marcare non siamo stati bravi nella copertura, quando metti uno contro uno Gervinho è difficile fermarlo, abbiamo rischiato anche il rosso con Fofana. Abbiamo avuto un’ottima gestione della palla, purtroppo abbiamo sbagliato in due episodi, ma non nella gestione della palla. Questa partita è la dimostrazione che non servono solo i big data per vincere una partita, non c’è un numero che ci condanna alla sconfitta, eppure abbiamo perso. Con l’ingresso di Balic il centrocampo ovviamente è cambiato, quindi al momento del cambio ho dovuto pensare anche a questo, perchè Lasagna non può fare il lavoro di Okaka e ho dovuto chiedere a Fofana di alzarsi di più, quindi cambia il modo di stare in campo. Il Parma ha tenuto le linee strette, non era facile giocare tra le linee, poi spesso ci siamo trovati in un tre contro tre contro il tridente del Parma. In alcune situazioni non siamo stati molto abili a liberarci della palla in fase di smarcamento, un dettaglio importante e su cui dobbiamo lavorare, poi bisogna considerare anche che mancava un giocatore come Mandragora. Behrami chiaremente ha fatto il suo ruolo con altre caratteristiche, doveva più tamponare il portatore di palla avversario. Okaka veniva da sei mesi di inattività, quindi chiaramente  non poteva fare tutti e 90 i minuti, a un certo punto quindi quando non ne aveva più ha chiesto il cambio. 




Link ufficiale: gazzetta.it