arbitro picchiato da due tifosi. E l’AIA decide di scioperare


“L’AIA non invier direttori di gara ai campi di gioco per tutte le partite in programma nei campionati dilettanti del Lazio”. Questa la dura presa di posizione in seguito all’episodio di domenica mattina che ha coinvolto un arbitro su un campo romano di Promozione.

il fatto
Riccardo Bernardini della sezione di Ciampino stato preso a schiaffi e pugni e poi scaraventato a terra alla fine della partita che aveva diretto. Il ragazzo ha sbattuto con violenza la testa ed stato trasportato in ospedale dove gli stata data una prognosi di 10 giorni. questa l’aggressione subita dal giovane direttore di gara fuori degli spogliatoi “Francesca Gianni” in via del Casale di San Basilio dove si giocata Virtus Olympia San Basilio-Atletico Torrenova 1986. La vittima ha 24 anni e, secondo gli accertamenti degli investigatori dell’Arma, potrebbe essere stato picchiato da due tifosi della squadra di casa arrabbiati perch gli ospiti avevano vinto 2-3 in rimonta, dopo l’espulsione di due giocatori della Virtus nei minuti finali.


la ricostruzione
Secondo le ultime indiscrezioni alcuni tifosi hanno dato in escandescenze e hanno scavalcato la recinzione che divide il campo dagli spogliatoi per raggiungere l’arbitro che dopo l’aggressione ha perso i sensi. A salvarlo, forse anche a salvargli la vita viste le sue condizioni iniziali, stato il preparatore atletico del Torrenova Yuri Alviti.

 Gasport 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it