Atalanta, appuntamento con la storia: 18 mila tifosi a Reggio Emilia – La Gazzetta dello Sport


Il pass per la Champions, il primo della storia del club, è un richiamo irresistibile. Ecco un altro mega esodo del popolo atalantino…

Reggio Emilia come Bergamo, il Sassuolo al posto del Borussia Dortmund. L’Europa come meraviglioso filo conduttore, con una sola piccola-enorme differenza: rispetto al big match di quel 22 febbraio 2018 (1-1 dopo il k.o. dell’andata, fuori ai sedicesimi di finale), dalle 20.30 di domenica l’Atalanta proverà a prendersi il pass più importante. Una Champions League che rappresenterebbe una spettacolare “prima volta”. E come allora (come sempre), la tifoseria risponderà alla grandissima: per l’appuntamento con la storia attesi quasi 18.000 tifosi. Per l’esattezza 17.525, quota che corrisponde alla capacità del “Mapei Stadium” escludendo i 4.000 posti disponibili per la Tribuna Nord, il settore ospiti che per una volta sarà occupato dal pubblico neroverde (la previsione più ottimistica ipotizza, al massimo, un migliaio di presenti). La Dea non giocherà in casa solamente da calendario, in pratica sarà un vero sold-out. L’ennesimo dei tre anni firmati Gasperini, l’artefice delle splendide trasferte europee. Notti indimenticabili che da queste parti non vedono l’ora di rivivere, sarebbe un sogno poterlo fare al martedì e al mercoledì.

caccia al biglietto

—  

Dopo i 22.000 che hanno colorato l’Olimpico di Roma il 15 maggio per la finale di Coppa Italia (8.000 a tifare nel centro di Bergamo di fronte al maxi-schermo messo a disposizione dal Comune) si prospetta quindi il secondo mega esodo di maggio. Lo spiegano le proiezioni, che sorridono al netto dei 14.000 tagliandi già venduti (ieri sera l’ultimo aggiornamento). La caccia al biglietto procede spedita, nessuno vuole mancare all’evento più importante. E con ancora 4 giorni a disposizione (escludendo quello della gara) con ogni probabilità i restanti 3.525 verranno polverizzati, complici anche i prezzi “leggeri”: si parte dai 140 euro per la Tribuna d’Onore per arrivare agli 8 per la Curva Sud, domenica interamente nerazzurra.

tutti a reggio emilia

—  

Chi in macchina autonomamente, chi con i pullman messi a disposizione dai vari club, dalla Lombardia si sposteranno già dopo pranzo: “Considerando l’importanza della partita, vogliamo gustarci ogni momento. Per questo partiremo prima del solito”, fanno sapere dal gruppo “Amici dell’Atalanta”, punto di riferimento nell’organizzazione delle varie trasferte. Saranno pochi quelli che non siederanno sulle tribune. In ogni caso, presenti e non, con un nuovo successo chiunque sarebbe pronto a prendere d’assalto il centro di Bergamo o il quartier generale “Bortolotti” (per il momento non è stato stilato alcun programma). Dopo l’1-3 sulla Lazio in campionato, addirittura 4.000 tifosi hanno atteso il rientro della squadra con bandieroni, cori e tanta voglia di festeggiare.

l’ultimo ostacolo

—  

Spazio quindi alla fantasia per immaginare cosa potrebbe accadere domenica con una Champions League in più. I locali nei dintorni si stanno già preparando (giocatori, staff tecnico e dirigenza rientreranno a Zingonia tra la 1:30 e le 2 di notte), ma senza svelare i dettagli. Meglio aspettare il risultato del campo, anche se questo entusiasmo è veramente speciale. Ora il traguardo è proprio lì: terzo posto a quota 66 con l’Inter (Spalletti dietro per gli scontri diretti sfavorevoli), il Milan (a -1) spera in un passo falso contro il Sassuolo, l’ultimo step che divide la Dea dalla storia. Se superato, una rivincita con il Borussia Dortmund non sarebbe utopia. Rispetto a quel 22 febbraio, ci sarebbe solo con una piccola-enorme differenza: l’Europa, questa volta, sarebbe quella dei Campioni.


Link ufficiale: gazzetta.it