Atalanta, che numeri fuori casa! Anche Zapata segna di più


Duván Zapata, attaccante dell'Atalanta, 27 anni. LAPRESSE

Duván Zapata, attaccante dell’Atalanta, 27 anni. LAPRESSE

Contro il Torino per ripartire, come squadra e nei singoli. È l’obiettivo immediato di Gian Piero Gasperini, che sabato (ore 15) conta di ritrovare la migliore Atalanta. Quella che in trasferta “batte” spesso la Dea che gioca in casa: 18 punti conquistati di fronte al proprio pubblico e 11esimo posto (21 gol segnati), a quota 20 e terza posizione (davanti solo Juventus e Napoli) quando si tratta di prendere treni e aerei (30 realizzati). Un caso? Probabilmente no. Big a parte, solitamente l’avversario tende a chiudersi: meno spazio per Gomez e compagni che invece, lontano da Bergamo, sfruttano parecchi metri in più. Il primo a saperlo è un certo Zapata, killer d’area che finora ha timbrato il cartellino 21 volte in 32 presenze contando tutte le competizioni.

NUMERI
In campionato, per il colombiano 16 centri in 24 partite. E anche qui, il fattore-campo, non è secondario: 10 sono arrivati lasciando Zingonia: Bologna (1), Udinese (3), Genoa (1), Sassuolo (1) e Frosinone (4). Questione, sempre, di spazio. A Torino incrocio contro la quarta miglior difesa: dietro a Juve (15 reti subite), Inter (17), Napoli (18) c’è quella di Mazzarri con 22 (come il Milan). Quasi all’opposto l’Atalanta, che ha il peggior rendimento tra le prime 10 in classifica (Berisha e Gollini battuti 34 volte). Per fortuna del Gasp, l’attacco fa paura. È stato il top per tante giornate. Attualmente i campioni d’Italia sono a +1, ma con questo Zapata il controsorpasso non è impossibile.


I VIDEO DI GAZZETTA TV

PROSPETTIVE D’ORO
Tra Serie A e Coppa Italia, il gigante di Cali è andato a segno in 11 degli ultimi 13 match: si è fermato solo con Cagliari (vittoria 0-1 lo scorso 4 febbraio) e Milan (k.o. 1-3 sabato sera). Contro il Toro proverà a riprendere la corsa verso il titolo di capocannoniere, traguardo alla portata essendo terzo con 16 squilli, a -1 dal rossonero Piatek, a -3 da Cristiano Ronaldo. Obiettivo che mantiene “accesso il fuoco”, anche in ottica Scarpa d’Oro. Difficilmente Duvan chiuderà in testa (davanti gente come Messi, Mbappé e CR7, rispettivamente primo, secondo e terzo), ma se riuscisse a indicare il cielo con questa regolarità (esulta così ricordando mamma Elfa, scomparsa nel 2010), il suo posto nella top 10 sarebbe al sicuro: al momento, Zapata è ottavo con 32 punti insieme a Quagliarella (anche per lui 16 gol in A) e Pépé (Lille), a +2 top player come Aguero, Salah, Piatek e Cavani. Niente male, Duvan. Sono numeri da fenomeno, sui quali Gasperini punta per ripartire. Iniziando dalla prossima trasferta, dove la Dea solitamente si diverte. E parecchio.


Link ufficiale: gazzetta.it