“Azzurro un onore. Spero di rimanere nel giro”


Stefano Sensi e Matteo Politano in Italia-Stati Uniti a Genk. Ap

Stefano Sensi e Matteo Politano in Italia-Stati Uniti a Genk. Ap

La prima volta tra i grandi non si scorda mai. Stefano Sensi dopo il debutto con la Nazionale maggiore a Genk, condito dal successo in extremis sugli Usa, racconta l’emozione di una sera che difficilmente dimenticher: “Ero molto teso durante l’inno e forse si anche visto – ha spiegato il centrocampista del Sassuolo -, poi grazie anche ai consigli dei compagni pi esperti penso sia andata bene. Rappresentare l’Italia un grande onore e un’emozione unica. C’era il rischio che debuttare cos nella Nazionale A potesse essere un salto nel buio, ma penso di essermela giocata abbastanza bene. E il sogno ovviamente rimanere nel giro. Ma intanto mi tengo stretta quella maglia: per questo non l’ho voluta scambiare con nessuno…”.

“verratti top”
Quella del centrocampista classe ’95 del Sassuolo con la Nazionale stata una parabola lampo: nessuna presenza con l’Under 21 di Di Biagio, solo 3 apparizioni con l’Under 20, una con l’Under 17 e, ieri, quella pi importante, al fianco di Verratti: “Mi bastato poco, qualche allenamento, per capire quanto forte e perch gioca a livelli altissimi – ha detto a proposito del regista del Psg -. Mi sono trovato molto bene al suo fianco. E poi sono stato aiutato dall’idea di calcio di mister De Zerbi, che ci chiede molto fraseggio e molto possesso palla, come Mancini”. La vittoria arrivata al 94 con la rete di Politano, suo ex compagno di squadra: “Sono molto felice per Matteo, l’ho trovato molto cresciuto e il suo gol un bello spot per i tanti giovani su cui sta puntando il mister”.


“ora l’europa col sassuolo”
Ora per testa al campionato dove il Sassuolo deve confermare di poter essere la mina vagante per un posto in Europa: “Domenica a Parma c’ gi un primo test molto difficile – spiega Sensi – contro una squadra in forma, che penso ci aspetter per farci male di rimessa con la loro velocit. Ma sapremo trovare le contromisure. Personalmente sto bene, non mi sento stanco nonostante il viaggio. Giocare con quella maglia ti d tante energie che ora voglio mettere in campo col Sassuolo”.

 Gasport 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it