Belotti su rigore e Berenguer. Mazzarri-Romagnoli espulsi


Ansaldi festeggia con Berenguer, autore del 2-0 granata. Lapresse

Ansaldi festeggia con Berenguer, autore del 2-0 granata. Lapresse

Il Milan affonda, il Torino vola sulle ali dell’entusiasmo. Da stasera granata e rossoneri hanno gli stessi punti in classifica, ma umori completamente diversi. Il 2-0 con cui la squadra di Mazzarri piega quella di Gattuso, infatti, lancia la prima in zona Europa, mentre fa scivolare la seconda gi dal quarto posto che vale la qualificazione alla prossima Champions. Il Toro parte ad alto ritmo, il Milan soffre. Nel giro di pochi minuti, Suso, Conti e Paquet vengono ammoniti. Poi per la squadra di Gattuso si sistema: Sirigu prima dell’intervallo deve stoppare i tentativi di Suso e Calhanoglu. A inizio ripresa Guida allontana Mazzarri per proteste. Ma l’episodio che rompe l’equilibrio arriva al 56′: Kessie spinge Belotti alle spalle in area, Guida fischia il rigore. Belotti spiazza Donnarumma e porta in vantaggio il Toro. La reazione degli ospiti nel colpo di testa di Bakayoko al 67′ che s’infrange sulla traversa. Scampato il pericolo, il Torino trova il raddoppio: Conti prima e Musacchio poi rinviano male, la palla arriva a Berenguer che con un bel tiro batte Donnarumma. Ancora una volta, la palla gol sulla testa di Bakayoko, ma Sirigu dice di no. All’80’ Romagnoli si fa espellere per un applauso all’arbitro. In 10 e sotto di due gol, il Milan si spegne definitivamente. Ora i rossoneri sono sesti, ma se l’Atalanta dovesse anche solo pareggiare domani contro l’Udinese, Gattuso potrebbe ritrovarsi settimo. Fuori dall’Europa, aspettando le prossime giornate e la finale di Coppa Italia proprio tra i nerazzurri e la Lazio.

A BREVE L’ARTICOLO COMPLETO


Dal nostro inviato Mario Pagliara 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it