bimba di 10 anni le dona 15 euro


Un incredibile caso di violenza domestica a Imola, dove una ragazzina di 16 anni è stata picchiata dal padre, ubriaco e già condannato a due anni, per aver avuto l’ardire di chiedere uno zaino e dei quaderni scolastici nuovi. L’adolescente, infatti, era costretta a portare il materiale scolastico a mano e a scrivere sulle copertine di vecchi quaderni, poiché le pagine erano ormai piene. La richiesta delle ragazze appariva banalissima, eppure ha mandato su tutte le furie il padre che l’ha picchiata a un polso e a un fianco con una sedia. Malmenata anche la madre della giovane, che aveva tentato di difenderla mettendosi in mezzo fra il marito violento, di origine tunisina, e la sua vittima. Le violenze sono avvenute sotto gli occhi dei fratellini più piccoli.

A raccontare l’incredibile vicenda, avvenuta a Imola, è stato Il Resto del Carlino: la storia ha scosso la città ed ha spinto numerose famiglie a farsi avanti per coprire in parte o del tutto le spese per acquistare il materiale scolastico necessario alla 16enne, una studentessa modello. La raccolta fondi è stata organizzata presso una cartoleria della città, ed è stata così partecipata che una bimba di 10 anni ha scritto un’email al sindaco di Imola, Manuela Sangiorgi, affinché si faccia da tramite per recapitare alla 16enne i suoi risparmi: “Mi chiamo Chiara, ho 10 anni. Credo che tutti noi ragazzi abbiamo il diritto di studiare ed essere felici. Io ho solo 15 euro di risparmi e li darei volentieri a questa ragazza per comprare dei quaderni”.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/