bimba di un mese muore in culla dopo un rigurgito di latte materno


Dramma a Civitanova Marche, in provincia di Macerata, dove una bambina di appena un mese di vita, figlia di una coppia con altri tre figli, è stata trovata morta nella culla nella notte tra sabato e domenica. La piccola era stata addormentata dalla mamma dopo averle dato l’ultima poppata, un paio d’ore prima. Quando la donna è tornata a controllare la piccola si è accorta che non respirava più: a nulla sono serviti i tentativi di rianimarla da parte dei medici del pronto soccorso dell’ospedale di Civitanova Marche: la bimba, hanno stabilito dopo un primo accertamento, è morta soffocata da un rigurgito di latte materno.

La tragedia ha lasciato tutti sotto shock: i genitori, infatti, sono molto conosciuti nella città marchigiana perché apprezzati imprenditori agricoli. Il padre ha 40 anni, la madre 37, ed hanno altri due figli. La loro scelta è stata quella di non affiggere manifesti funebri, che – come spiega Il Resto del Carlino – compariranno solo a funerali avvenuti, per una precisa scelta di riservatezza. Per li stessa ragione la famiglia non  ha voluto comunicare né la data, né la chiesa presso cui verranno celebrate le esequie.

Cosa è la sindrome da morte in culla

La sindrome da morte in culla, o sindrome da morte improvvisa del lattante, è un vero e proprio incubo per  qualsiasi genitore ed è molto probabilmente la causa del dramma che ha colpito la famiglia marchigiana. Ha fortunatamente un’incidenza rarissima, e colpisce i bambini tra un mese e un anno di età. La definizione Sids, che non corrisponde a una precisa patologia, “si applica – spiega l’Istituto Superiore du Sanità – quando si possono escludere, (previa autopsia e analisi accurate dello stato di salute del bambino e delle circostanze della sua morte), tutte le altre cause note per spiegare il decesso del neonato, da malformazioni a eventi dolosi”.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/