Bimbo di 2 anni rischia di morire soffocato a causa di un cece. Salvato in extremis dai medici


Un bambini di appena due anni che rischiava di morire soffocato da un cece è stato salvato in extremis dai medici dell’ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia: è accaduto oggi pomeriggio, quando il piccolo è stato portato al pronto soccorso pediatrico dopo aver inalato un cece. I sanitari si sono immediatamente resi conto che le sue condizioni erano gravi, dal momento che aveva grandi difficoltà a respirare avendo una parte dei bronchi occupata dal corpo estraneo. Per questo i medici di Pneumologia interventistica, Anestesia e Rianimazione hanno optato per un intervento chirurgico d’urgenza.

“La manovra di disostruzione – ha spiegato il direttore del reparto di pneumologia – è stata realizzata facendo transitare dalla bocca del bimbo e dalle vie aeree un broncoscopio. Si tratta di un tubo rigido di 5millimetri e mezzo all’interno del quale si è fatto passare una telecamera sottile, pinze e micro cestelli speciali che consentono di estrarre corpi estranei. Ringrazio tutti coloro che hanno collaborato alla buona riuscita dell’intervento che richiede esperienza e precisione estrema. Siamo molto contenti per il bambino e per la sua famiglia”.

Sempre dall’equipe medica hanno dato qualche consiglio ai genitori di bambini molto piccoli: “Attenti a ciò che mangiano i bambini sotto i quattro anni d’età. Meglio evitare frutta secca, acini d’uva interi, caramelle, legumi con forma tonda: il rischio di inalazione e ostruzione delle vie aeree per i più piccoli è molto alto con questi alimenti”.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/