boom per Juventus e Salisburgo



Sarà che i quattro gol di Parma hanno riacceso l’entusiasmo. Sarà che quella con la Juve è sempre una sfida a cui vale la pena assistere. Fatto sta che la prevendita dei mini abbonamenti (6 partite di campionato, più quella col Salisburgo in Europa League) è partita alla grande. Circa 20 mila blocchetti staccati lunedì, nel primo giorno, e l’effetto sembra destinato a continuare. Dunque dopo un periodo di magra con la media scarsa di 20 mila spettatori in questo 2019, lo storico impianto di Fuorigrotta tornerà a riempirsi.

SPINTA EUROPEA
Domenica contro la Juve è probabile che ci saranno 50 mila spettatori. Ma la cosa più importante è che altrettanti con ogni probabilità saranno presenti giovedì 7 contro il Salisburgo. Già perché se in campionato la Juve ha marcato un distacco che appare ormai incolmabile – a meno di improbabili crolli bianconeri -, l’Europa League è obiettivo dichiarato di società e allenatore. E per arrivare sino in fondo la spinta del pubblico potrà risultare determinante. Del resto il cammino casalingo dei ragazzi di Ancelotti è sin qui impeccabile: fra campionato e coppe inanellati 14 vittorie e 4 pareggi, senza macchia di sconfitta. Dunque ci sono i presupposti per far leva sul fattore campo per arrivare davvero sino in fondo alla seconda manifestazione europea per club. E tra l’altro anche la Juve è avvertita: al San Paolo non si passa.


I VIDEO DI GAZZETTA TV

 Maurizio Nicita 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it