Borsino Juve: Sarri scalpita, Perin può partire, Kean va al rinnovo – La Gazzetta dello Sport


Per il dopo Allegri si alzano le quotazioni del tecnico toscano. E i bianconeri riflettono sul portiere, chiuso da Szczesny e out fino a ottobre

Il tempo delle decisioni si avvicina. La Juventus sa che le finali di Europa League (mercoledì) e di Champions (sabato) sono ormai dietro l’angolo, come l’annuncio dell’erede di Massimiliano Allegri. Il popolo juventino continua a parlare di Pep Guardiola, ma il favorito resta Maurizio Sarri. La chiave, qualsiasi sia l’allenatore prescelto, è il rapporto con la squadra che dovrebbe liberarlo. Sarri ha un contratto fino al 2021 con il Chelsea, mentre Mauricio Pochettino ha firmato fino al 2023 con il Tottenham. La trattativa sembra delicata con Abramovich e complicatissima con Levy, particolare che gioca a favore del tecnico italiano, così come l’entità del contratto: Sarri chiede 6 milioni a stagione, cifra che non basterebbe per Pochettino. La situazione insomma resta aperta – i misteri e gli spifferi, più o meno veri, non mancano – ma dovrebbe risolversi nella prossima settimana.

PERIN

—  

Questi però sono giorni importanti anche per alcuni calciatori. Mattia Perin ad esempio sembra avere meno del 50% di essere un portiere della Juve nel 2019-20. Mattia poco più di un mese fa è stato operato alla spalla destra, lussata in allenamento, e starà fuori almeno fino a ottobre: tanto, forse troppo. Considerato che non è semplice tornare al 100% in breve tempo dopo un’operazione del genere, la Juve sta decidendo se puntare su un altro secondo portiere. La sfortuna e un ottimo Szczesny, infatti, nel primo anno hanno avuto la meglio sull’ambizione di Perin di giocarsi il posto da titolare. Intanto Moise Kean, che ha solo un altro anno di contratto, tratta il rinnovo: l’operazione con Raiola, attualmente squalificato, pare onerosa ma si dovrebbe fare.

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO SULLA GAZZETTA IN EDICOLA OGGI


Link ufficiale: gazzetta.it