Calhanoglu il dubbio, Higuain la certezza, Rodriguez la sorpresa


I sogni gli piacciono il giusto, meglio le solide realt, per dirla come nella famosa pubblicit. Rino Gattuso si affider all’usato sicuro nel derby di domenica a San Siro: formazione collaudata e nessuno stravolgimento particolare, per provare ad allungare la striscia di tre vittorie consecutive tra campionato e coppa. Guardando la rosa rossonera, c’ chi in gran forma e chi deve ritrovarsi, com’ normale che sia. Vediamo allora come arriva il Diavolo alla sfida per la supremazia cittadina.

Hakan Calhanoglu, 24 anni. Getty Images

Hakan Calhanoglu, 24 anni. Getty Images

dubbi
Le incognite di formazione sono pochine, tendenti allo zero. Il sistema di gioco sar il classico 4-3-3, e Calabria dovrebbe aver vinto il ballottaggio con Abate per il ruolo di terzino destro. I dubbi, semmai, sono legati al rendimento di qualche protagonista: sar la partita del rilancio per Hakan Calhanoglu, reduce da un periodo di scarsa ispirazione? E la difesa riuscir a non incassare gol, come in campionato non accade da 13 turni consecutivi?



certezze
Gonzalo Higuain si scatena, quando vede l’Inter. E in generale, il rendimento del Pipita in questo autunno fin qui stato ottimo. Suso sta benissimo e sembra entrato in una nuova dimensione, nella quale alterna conclusioni ad assist. Kessie non far mancare dinamismo a tutto campo, Bonaventura il goleador aggiunto che spesso non viene rilevato dai radar.

Ricardo Rodriguez, 26 anni. LaPresse

Ricardo Rodriguez, 26 anni. LaPresse

sorprese
In questa stagione il Milan ha gi mandato in rete parecchi elementi della rosa: tra i titolari di domenica, oltre ovviamente a Donnarumma, mancano all’appello solo Musacchio, Rodriguez, Romagnoli e Calhanoglu. Lo svizzero ha sulla coscienza l’errore nel 3-2 di un anno fa, ma sta giocando in modo molto disciplinato da alcuni mesi. E dopo la partenza di Bonucci ha accentuato i suoi compiti in fase d’impostazione. Che sia la serata della rivincita, stavolta?

 Stefano Cantalupi 

© riproduzione riservata




Link ufficiale: gazzetta.it