Cessione Fiorentina, venerdì il Cda: Commisso in pole. Ma… – La Gazzetta dello Sport


Avvio iter di messa in vendita oppure comunicazione di un’ulteriore attesa? Sono tante le ipotesi in merito al board convocato con urgenza e a cui Della Valle dovrebbero partecipare in videoconferenza

Ancora un paio di giorni e poi qualcosa sarà più chiaro. Non tutto, anche perché queste fasi sono le più delicate e basta un soffio per creare problemi. Venerdì infatti, è in programma il Cda urgente annunciato nelle intenzioni domenica dopo la gara con il Genoa, organizzato il giorno successivo e poi certificato tramite annuncio. Consiglieri in sede venerdì quindi, nel frattempo il silenzio è assoluto e il riserbo l’unico modo di agire. Non è un mistero che la prima fuga di notizie da New York e il clamore mediatico provocato in seguito, non abbiano fatto piacere alla famiglia Della Valle. Il magnate italo americano Rocco Commisso resta fortemente favorito per l’acquisizione finale del club, ma i passaggi devono essere ancora chiariti. Sullo sfondo, più o meno lontani, le vecchie voci circa l’interesse di alcuni fondi (Qatar e Kuwait) o dell’imprenditore argentino Eurnekian. Azzardare ipotesi, ad ora, è inutile.

tra ansia e e fiducia

—  

Aspettare le prime mosse derivanti dal Consiglio d’Amministrazione, sperando in un futuro roseo. I tifosi viola vivono questo stallo a metà fra l’ansia e la fiducia. Logicamente interessati più all’eventuale nuovo proprietario, al comparto tecnico, e soprattutto alla squadra che verrà allestita. Tutti passaggi che arriveranno a catena una volta risolto il primo. Tante le ipotesi in merito al cda di venerdì (i Della Valle dovrebbero partecipare in videoconferenza), dalla redistribuzione della cariche per avviare nel modo giusto l’iter della cessione, al comunicare un’ulteriore attesa e gestione ordinaria in attesa della cessione stessa. Ipotesi appunto. Che provano a squarciare il silenzio assoluto intorno alla Fiorentina. Non resta che attendere.


Link ufficiale: gazzetta.it