CHE FINE HA FATTO – Dodò, l’eterna promessa frenata dai tanti infortuni – Passioneinter.com


“Che fine ha fatto” è la rubrica settimanale di Passioneinter.com che tratterà i vari giocatori transitati in nerazzurro che sono poi finiti nel dimenticatoio, raccontando come è proseguita la loro carriera una volta andati via dall’Inter.

Oggi è il turno di Dodò, il terzino arrivato dalla Roma nel 2014 che non è mai riuscito a trovare continuità per i troppi infortuni.

Dopo due stagioni in chiaroscuro alla Roma, nel luglio del 2014 il terzino brasiliano Dodò passa all’Inter in prestito biennale con obbligo di riscatto, per un totale di circa 10 milioni di euro, prendendo la maglia 22 che fu di Diego Milito.

La partenza è delle migliori, è al suo debutto il 20 agosto nei play-off di Europa League segna subito una rete contro lo Stjarnan. Mazzarri crede in lui, e infatti sarà titolare per tutta la prima parte di stagione, entrando nei cuori dei tifosi nerazzurri per la sua voglia e per il suo non tirarsi mai indietro, cosa che gli è costata molte botte al viso. Infatti, più di una volta lo si è visto uscire dal campo con il volto tumefatto e insanguinato. Sempre in Europa League, durante la fase a gironi, Dodò riesce a segnare un altro gol, questa volta in casa del Saint-Etienne. A marzo poi, succede l’episodio che cambierà totalmente la sua carriera in nerazzurro. Durante un allenamento rimedia la rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro, e per lui la stagione si conclude qui.

La stagione successiva torna in campo con la Primavera, prima di tornare in campo con la prima squadra per una gara ufficiale il 15 dicembre, nella gara vinta 3-0 contro il Cagliari.

Nel gennaio del 2016, dopo aver capito che ormai all’Inter non c’era più posto per lui, viene ceduto in prestito secco alla Sampdoria, dove disputa una buona seconda parte di stagione, convincendo il club blucerchiato a chiedere all‘Inter la cessione del calciatore, che ad agosto diventa così ufficialmente un giocatore della Sampdoria, prendendo la maglia numero 5. La seconda stagione non parte alla grande per lui a causa dei soliti problemi fisici che iniziano sin dalla preparazione atletica, compromettendogli tutto il campionato e non facendogli trovare continuità di rendimento, facendogli terminare purtroppo la stagione con sole 7 presenze, delle quali solo 2 da titolare.

I doriani gli concedono un altro anno di fiducia, ma gli infortuni non ne vogliono proprio sapere di lasciar stare il povero terzino brasiliano, che ancor prima di iniziare il campionato rimedia la frattura del braccio sinistro che lo costringe a saltare tutta la prima parte di stagione. Il 22 febbraio 2018 Dodò fa ritorno in Brasile, andando in prestito al Santos, insieme all’interista Gabigol. Nel dicembre successivo, dopo aver disputato 36 presenze e siglato una rete in bianconero, non viene riscattato dal club brasiliano, e fa ritorno alla Sampdoria, ma in blucerchiato non c’è più posto per lui e lascia nuovamente Genova, questa volta definitivamente, venendo ceduto in prestito con obbligo di riscatto al Cruzeiro. In questi primi mesi però, a causa di un altro dei suoi innumerevoli infortuni, ancora non ha debuttato con la nuova maglia.

 

LEGGI ANCHE – CHE FINE HA FATTO PODOLSKI

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

VIDEO – VECINO: “CI ABBIAMO CREDUTO FINO IN FONDO”




Link ufficiale: gazzetta.it