compatta, efficace, diversa dagli altri


“Allenare un’arte”, ha detto Rino Gattuso. Anzi: lo ha scritto nella tesina con cui nel 2014, a Coverciano, consegu il Master di allenatore di Prima Categoria Uefa Pro. In quel lavoro l’attuale tecnico rossonero parla pi di psicologia e di gestione che di campo, ma ci non deve trarre in inganno: Gattuso un “malato” di tattica, e trascorre ore e ore insieme al fedelissimo vice Luigi Riccio a studiare ogni mossa. Non un caso che il suo Milan – nella buona e nella cattiva sorte – in quest’annata abbia sempre avuto una fisionomia riconoscibile e un’identit di gioco coerente. Analizziamola, allora, isolando alcuni momenti con l’aiuto della piattaforma Wyscout.

Le linee dei reparti milanisti a Bergamo. Wyscout

Le linee dei reparti milanisti a Bergamo. Wyscout

Guardando i dati relativi alle partite del Diavolo in campionato e coppa, emerge un aspetto inequivocabile: rispetto agli altri top team italiani ed europei, il Milan si sistema in campo con un baricentro mediamente pi arretrato. L’ombelico del Milan, insomma, piuttosto basso, ma una scelta precisa: compattare i reparti anche dietro la linea del centrocampo pur di avere equilibrio e armonia di movimento. I dati Opta sono particolarmente significativi: i rossoneri, insieme al Sassuolo, sono al 13 posto in Serie A per “altezza del baricentro”: 49,5 metri la media, contro i 52,7 del Napoli, i 52,6 dell’Inter o i 52,1 dell’Atalanta. Nelle ultime settimane, comunque, il Milan sta “avanzando” in modo sensibile: dal 48,5 di media nelle prime 12 giornate al 50,6 delle successive.


Le linee dei reparti milanisti contro il Cagliari. Wyscout

Le linee dei reparti milanisti contro il Cagliari. Wyscout

Rispetto a inizio stagione, i rossoneri si sbilanciano molto meno anche nelle situazioni in cui perdono palla e devono rinculare verso la propria porta. Nel primo degli screenshot che vedete qui sopra sono evidenziate le linee rossonere a difesa schierata (match di Bergamo, si “incrociano” per i frequenti scambi di posizione tra Paquet e Calhanoglu e a sinistra); nel secondo invece viene evidenziato l’atteggiamento dopo una palla persa (match contro il Cagliari).

Le linee dei reparti milanisti a Roma. Wyscout

Le linee dei reparti milanisti a Roma. Wyscout

Il pressing rossonero ha caratteristiche ricorrenti: quando viene portato a ridosso dell’area avversaria soprattutto Kessie a uscire dalla mediana per aiutare Piatek, come accadeva con Higuain; in genere, per, l’aggressivit milanista comincia pi a ridosso della met campo (vedi screenshot qui sopra, relativo a Roma-Milan), dove la pressione portata in modo coordinato da tutta la squadra.

I VIDEO DI GAZZETTA TV

 Stefano Cantalupi 

© riproduzione riservata




Link ufficiale: gazzetta.it