corsa, voglia e gol, il rientro si avvicina


Andrea Conti, 24 anni, seconda stagione al Milan. LaPresse

Andrea Conti, 24 anni, seconda stagione al Milan. LaPresse

Nella tempesta di infortuni che sta tormentando il Milan, un motivo per sorridere Rino Gattuso ce l’ha. Quel motivo ha la maglia numero 12: Andrea Conti va in controtendenza e corre verso il rientro. Nella lista dei convocati per la sfida alla Lazio di domenica pomeriggio all’Olimpico, il tecnico rossonero inserir con ogni probabilit anche il nome del terzino ex Atalanta. Sar la quarta volta in stagione, dopo le panchine con Samp, Genoa e Udinese. Sar, soprattutto, un altro passo avanti verso quella luce in fondo al tunnel che Conti ha cominciato a vedere dalla scorsa estate.

buone notizie
Il doppio crac (con conseguente doppio intervento) al crociato anteriore del ginocchio sinistro ormai un brutto ricordo: il 24enne lecchese si allena regolarmente, ha ritrovato il campo con la Primavera (il 2 novembre nello 0-2 con il Chievo, match che ha poi portato alla squalifica di 3 turni, da scontare in quella categoria ) e i gol (doppietta nell’amichevole di sabato scorso tra prima squadra e Primavera). Da Milanello, sulle condizioni di Conti, filtrano solo buone notizie, anche in vista del futuro prossimo: Gattuso lo ha schierato laterale destro nel 3-5-2, dove l’ex nerazzurro d il meglio di s garantendo spinta, cross ed esplosivit.


dalla lazio alla lazio
Proprio nella trasferta di un anno fa in casa dei biancocelesti, Conti avrebbe dovuto ritirare il terzo gettone in campionato con la maglia del Milan dopo quelli con Crotone e Cagliari, ma rimase fuori per una botta ricevuta in Israele con la Nazionale: in quel Lazio-Milan Andrea fu costretto a guardare, come sarebbe successo per il resto della stagione a causa dell’infortunio subito in uno degli allenamenti successivi a quella gara. Dopo il match in Primavera, Gattuso ha spiegato che “allenarsi e giocare sono due cose diverse e l’obiettivo di dare ad Andrea continuit con 4-5 partite e farlo arrivare a 90 minuti”. Il piano prevedeva un minutaggio crescente proprio con i ragazzi di Lupi, ma lo stop del giudice sportivo ha modificato le coordinate: pi realistico immaginare che quei minuti possano arrivare pi avanti in Serie A, anche se va detto che con il rientro di Calabria e Abate gi in salute, a destra il Diavolo non pi in emergenza. La parola chiave, insomma, resta inevitabilmente “prudenza”, anche se ne aggiunta un’altra, “ottimismo”, che ai tifosi rossoneri piace molto di pi. Specialmente di questi tempi.

 Gasport 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it