“Cos dura. Il gol di Llorente? Fallo di mano”


Pep Guardiola, 48 anni. Ap

Pep Guardiola, 48 anni. Ap

“S, dura. crudele ma dobbiamo accettarlo”. Pep Guardiola a caldo non nasconde la delusione per l’eliminazione del suo Manchester City dalla Champions League, per lui stregata dal 2011. E si sofferma anche sull’interpretazione arbitrale degli episodi decisivi nel 4-3 casalingo col Tottenham, non sufficiente per qualificarsi dopo l’1-0 Spurs dell’andata a Londra: “Io sono a favore della Var ma forse il gol di Fernando Llorente visto da un lato fallo di mano, e visto dal lato dell’arbitro non lo “. E sul gol del 5-3 annullato da Sterling nel recupero aggiunge: “Ho visto l’azione e chi era davanti allo schermo ha deciso che era fuorigioco. Ci mancato un rigore nella partita di andata ma sono orgoglioso dei miei giocatori e dei tifosi. Non ho mai sentito cos tanto rumore allo stadio da quando sono a Manchester, ma il calcio imprevedibile”.

I VIDEO DI GAZZETTA TV

La partita
” stata una partita gradevole da vedere per tutti – l’analisi di Guardiola della gara giocata dai suoi -. Abbiamo lottato per 180 minuti. Dopo 20 minuti eravamo avanti 3-2. Nel secondo tempo abbiamo giocato meglio, abbiamo creato tante occasioni da gol, ne abbiamo sbagliate tante e siamo stati puniti: alla fine eravamo riusciti a segnare i gol che ci servivano, ma finita male. Congratulazioni al Tottenham, a cui auguro tutto il meglio per le semifinali. Dobbiamo reagire sabato, ancora contro il Tottenham, ma ora non ci penso, voglio dormire e poi prepareremo la partita. Abbiamo lottato tanto, nove-dieci mesi per la Premier League. nelle nostre mani. dura ma dobbiamo farcela”.

 Gasport 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it