Cristina travolta e uccisa in bici a 44 anni


Stava pedalando in sella alla sua bici di ritorno da una escursione insieme ad altri compagni di una squadra amatoriale quando lungo la strada è stata coinvolta in un terribile e tragico incidente stradale che l’ha vista sbalzata violentemente sull’asfalto dopo un tremendo impatto che ha coinvolto un camion e un’auto. Così è morta all’età di 44 anni Cristina Malandri, moglie e madre forlivese originaria di Forlimpopoli, appassionata di ciclismo. Il fatale schianto nella tarda mattinata di sabato, intorno alle 12.15, lungo viale Roma, alla rotonda dell’ingresso in tangenziale  a Forlì.  Secondo una prima ricostruzione dei fatti, la 44enne voleva proseguire lungo viale Roma quando si è imbattuta in un camion e una vettura che, all’altezza della rotonda, entravano in tangenziale in direzione A14.

Inutili i successivi soccorsi medici del 118, giunti tempestivamente sul  posto anche con l’auto medicalizzata. Dopo vari tentativi di rianimarla, i medici hanno dovuto dichiararne il decesso sul posto. Cristina, designer di gioielli che lavorava in un storica oreficeria nel pieno centro di Forlì, lascia il marito, noto allenatore di varie società delle serie minori di pallacanestro, e un figlio di 18 anni, anche lui giocatore di basket a Santarcangelo. La notizia della sua improvvisa scomparsa ha lasciato un dolore immenso sia tra i familiari sia tra i tanti che la conoscevano e apprezzavano nella sua vita: “Era una persona splendida, Cristina c’era sempre”.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/