Curva Juve e ‘ndrangheta: “Bagarini ancora attivi”


Un'immagine dell'Allianz Stadium.

Un’immagine dell’Allianz Stadium.

La verit giudiziaria nota: c’ la ‘ndrangheta nella curva Juve. L’inchiesta di Report, in onda ieri sera su Rai 3, ha dato un’istantanea di quanto gi emerso nel processo Alto Piemonte (concluso in appello). Uno scenario inquietante che potrebbe aprire nuovi filoni d’indagine sui rapporti mafia-ultr (“Non solo i Dominello. In curva entrata la Calabria unita”, ha detto in un audio rubato Placido Barresi, ‘ndranghetista dei Belfiore). Ma, soprattutto, potrebbe portare novit a Cuneo nelle indagini sul suicidio di Ciccio Bucci, ultr diventato collaboratore del club (e informatore dei Servizi). A riguardo, il ticket manager Juve, Stefano Merulla, registrato dalla ex compagna di Bucci, ha fatto delle ammissioni: “Abbiamo fatto delle cose che non dovevamo. Ma le fanno tutti e se non ci avessero beccato avremmo continuato”. E poi, parlando dell’interrogatorio di Bucci il giorno prima del suicidio: “Ci dicevamo cosa avrebbe potuto raccontare al pm”.

mistero
Resta ancora il mistero del borsello di Bucci, assente nella sua auto ma poi comparso nelle mani del security manager Alessandro D’Angelo. Cosa sia successo dopo l’interrogatorio, invece, non chiaro, anche se lo stesso boss Barresi ha ammesso: “Lo hanno menato perch volevano i soldi indietro. E poi c’ la minaccia al figlio…”. Il riferimento , ovviamente, agli ultr: la trasmissione ha indagato anche il riciclaggio dei proventi del bagarinaggio (attraverso una tabaccheria compiacente e vincite ripetute) che sarebbe proseguito almeno fino all’anno passato. In video un ultr mostra, infatti, un “affare”: biglietti di Tottenham-Juve da 35 sterline rivenduti a 850.


 Filippo Conticello 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it