Cutrone&Higuain, coppia di fatto. Il Milan esagera: attacco da Top 3


Cutrone e Higuain esultano contro la Sampdoria. AFP

Cutrone e Higuain esultano contro la Sampdoria. AFP

Si parlava di Aubameyang, Belotti e Morata. Di un attaccante top per risolvere l’annoso problema del gol che continuava a zavorrare la squadra. Era l’estate dell’anno scorso – non una vita fa – e il Milan cinese cercava di capire come armare le sue testate perch le sessioni di mercato continuavano a passare senza portare soluzioni. Cutrone aveva giocato soltanto cinque minuti in Serie A e Higuain era ben pasciuto e felice alla Juve. Difficile pensare a una coppia pi strana – e ovviamente impossibile pronosticarla quindici mesi fa –, eppure il Milan grazie a loro adesso ha finalmente risolto il suo problema. La casella dei gol fatti improvvisamente si gonfiata: 18, ovvero il terzo attacco del torneo dietro a Juve (21) e Napoli (19), ma con una partita in meno. I rossoneri non segnavano cos tanto dopo nove turni dal 2014-15, con Inzaghi in panchina. Per trovare un bottino migliore invece il calendario deve riavvolgersi fino all’autunno del 2011, quando furono 19.

assistenza
Sar complicato che il Milan faccia sempre un gol in pi di quelli che subisce, ma per il momento l davanti stanno facendo tutti il proprio lavoro. Gattuso giustamente sottolinea che si vince anche (e soprattutto) con l’atteggiamento, ma innegabile che le due punte rendano il Diavolo molto pi pericoloso. Non pu essere un caso se i rossoneri sono andati in buca tre volte contro un avversario – la Samp – che ne aveva presi quattro in tutto il resto del campionato. Higuain e Cutrone hanno confermato, se mai ce ne fosse ancora stato bisogno, di saper pedalare insieme sul tandem. Perch non si pestano i piedi e si dividono saggiamente gli spazi, soprattutto in verticale. Poi ci sono partite come quella di domenica in cui oltre a segnare entrambi, ricevono pure l’assistenza del compagno. Se Gonzalo l’aveva fornita a Patrick con la Roma, con la Samp Cutrone si sdebitato.


convivenza
D’altronde unit di nuovo la parola d’ordine a Milanello dopo qualche sbuffata di troppo, in particolare da parte di Higuain. Il Pipa scrive sui social “tutti insieme”, Patrick conferma con “grande spirito di squadra” e poi aggiunge davanti alle tv che un “onore giocare con Higuain”. I numeri stagionali di Gonzalo, per essere le prime settimane in rossonero, sono di tutto rispetto: un gol ogni 128 minuti, eppure Patrick non solo lo supera, ma lo surclassa. Uno ogni 47 minuti (e uno ogni 127 da quando ha debuttato in A), media mostruosa che si ottiene dividendo i 237 minuti in campo per le 5 reti. Cutrone non finisce di stupire perch sta capitalizzando ogni cosa che pu. Domenica ha toccato in tutto due palloni nell’area della Samp: il gol e l’assist. Higuain invece ha preso parte attiva a 6 degli ultimi 7 gol del Milan in campionato: cinque gol e un assist. E l’altro ieri ha toccato 51 palloni, rispetto ai 26 col Betis e 24 nel derby. Ma il dato pi bello probabilmente quello relativo alla loro convivenza, che merita di essere nuovamente aggiornato. Otto gol in 232’: quando il Pipa e Patrick giocano uno accanto all’altro vanno a segno – non importa chi – ogni 29 minuti.

 Marco Pasotto 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it