Da Alex Sandro a Mandzukic e Cancelo: Juve, con questi fai cassa. Ma dipende dal tecnico… – La Gazzetta dello Sport


Radiografia in sei punti del possibile mercato bianconero in uscita: tra il caso Douglas Costa, il sarriano Rugani e Pjaca lo scomparso

Il mercato della Juventus non può prescindere delle operazioni in uscita: per comprare, serve vendere. Se Sarri chiede di ripartire da Dybala e Pjanic, allora, aumentano le probabilità di cessione di altri giocatori. Una radiografia in sei punti.

ALEX SANDRO

—  

Chi cerca soldi, guardi a sinistra. Laggiù in fascia, Alex Sandro è un eterno argomento di dibattito di mercato. L’ultima stagione è stata mediocre e ha lasciato la sensazione che la Juve e il brasiliano, più di così, non possano darsi. A questo punto, dipende dalle offerte. La Juve ascolta e sa che, nel ruolo, c’è da monitorare anche la questione Spinazzola: l’azzurro gradirebbe rinnovare il contratto da un milione e mezzo a stagione, il club ha meno intenzione… Non sono esclusi sviluppo sorprendenti.

DOUGLAS COSTA

—  

Sempre sinistra, ma in attacco. Douglas Costa è il caso più particolare dell’estate di Paratici perché viene da una non-stagione: infortuni misteriosi, polemiche, uno sputo. Campo, quasi nulla. DC11 è un giocatore internazionale, può avere mercato ma la Juve ribadisce di volerlo far partire solo di fronte a un’offerta molto importante. Logico che l’opinione del nuovo allenatore abbia un peso, se non decisivo, importante.

CANCELO

—  

Il caso in cui l’allenatore ha più rilievo. Allegri e Cancelo negli ultimi mesi hanno rotto: dopo un grande autunno, nella testa di Max hanno cominciato a pesare i mancati progressi, le difficoltà difensive di un giocatore molto appariscente ma sospetto in alcuni momenti della partita. Nelle ultime settimane si è parlato molto di un’offerta da 60 milioni del City: plusvalenza garantita o seconda chance?

LE PUNTE: MANDZUKIC E…

—  

L’attacco è la fonte di guadagno più probabile nell’estate 2019. La Juventus in rosa rischia di avere Cristiano Ronaldo e tre numeri 9 puri: Mandzukic, Kean e Higuain, che il Chelsea rimanderà quasi sicuramente al mittente. Per Kean è questione di rinnovo del contratto: la Juve e Raiola si vedranno a breve, possibili novità all’orizzonte. La cessione di Mandzukic quindi può essere la soluzione migliore. Ipotesi: il Borussia Dortmund (la Bild ne ha parlato ieri mattina…) e la Cina. Elemento decisivo: il contratto pesante, non lontano dai sei milioni a stagione.

GLI IMPREVISTI: MATUIDI-RUGANI

—  

Il mercato estivo vivrà di scelte inattese, essendo legato al nuovo allenatore e alle offerte. Il tecnico ad esempio dovrà fare una valutazione su Rugani, stimato da un lato, dall’altro deludente nelle settimane di assenza di Chiellini. Sarri lo voleva al Chelsea e lo ha allenato all’Empoli, logico pensare che potrebbe essere la soluzione ideale. Matuidi al contrario è un campione del mondo, piace a tutti gli allenatori ma è il centrocampista meno tecnico in rosa. Se la Juve sceglierà la strada del bel gioco, Blaise potrebbe perdere l’etichetta dell’incedibile.

GLI EXTRA: ORSOLINI, PJACA…

—  

La Juventus a gennaio ha fatto cassa con giocatori esterni al perimetro della rosa. Un esempio su tutti, Audero, ceduto a titolo definitivo alla Sampdoria. Paratici sicuramente valuta se ripetere l’operazione con calciatori come Orsolini e Pjaca, reduci da una primavera opposta. L’azzurrino è stato uno dei migliori del campionato nelle ultime giornate e con l’Europeo Under 21 potrebbe aumentare ulteriormente il suo valore mentre Pjaca è scomparso a causa del solito, fastidioso infortunio. Anche qui sarà questione di offerte e di scelte: a quale prezzo accettare un sacrificio?


Link ufficiale: gazzetta.it