da Boateng fino a Cancelo, quando Max ti cambia ruolo


Massimiliano Allegri. Afp

Massimiliano Allegri. Afp

Lo ha fatto (anzi, lo far) ancora. Sembra quasi che si diverta, Massimiliano Allegri, a inventare. “Per vedere di nascosto l’effetto che fa”, citando Enzo Jannacci. Ma questa volta Allegri non mischia le carte e mette in mostra la nuova invenzione ancor prima di sperimentarla. Come fosse un gioco, ora che lo scudetto raggiunto: “In questo finale di stagione, ma non domani, vorrei provare due cose: Bernardeschi e Cancelo nel ruolo di mezz’ala”, le parole del tecnico. E se Berna mezz’ala non una novit assoluta, a sorprendere potrebbe essere proprio l’esperimento su Cancelo. Insomma: il trasformismo Allegri ce l’ha nel Dna. E oltre a essere degli esperimenti, le invenzioni a sorpresa del tecnico sono spesso mosse vincenti.

CANCELO: DA TERZINO A MEZZ’ALA
C’ tanta curiosit nel vedere Cancelo nel ruolo di mezz’ala. Il portoghese, terzino di spinta, stato usato in passato anche come esterno offensivo. Ma chiss che l’esperimento di Allegri non diventi l’ennesima trovata vincente.


EMRE CAN: da centrocampista a difensore
L’ultimo colpo di genio in ordine cronologico sicuramente Emre Can in difesa: la mossa di Allegri ha influito sulla rimonta della Juventus contro l’Atletico Madrid. La qualit del tedesco nel palleggio da dietro e la superiorit in impostazione contro Griezmann e Morata hanno imbrogliato Simeone.

DYBALA: DA ATTACCANTE A TUTTOCAMPISTA
No: la mossa di Dybala tuttocampista non ha portato i risultati sperati. Allegri, in questa stagione, ha ritagliato per l’argentino un ruolo pi di impostazione che di finalizzazione. E Dybala si trovato a essere meno incisivo.

MANDZUKIC: DA ATTACCANTE A ESTERNO
Mandzukic esterno nel 4-2-3-1 stata una delle invenzioni pi riuscite da Massimiliano Allegri sulla panchina della Juventus. La svolta arriv nel gennaio 2017 nella partita contro la Lazio con le cinque stelle: Pjanic, Mandzukic, Cuadrado, Dybala e Higuain in campo tutti insieme. Con il croato determinante da esterno nel finale di stagione.

I VIDEO DI GAZZETTA TV

VIDAL: DA CENTROCAMPISTA A TREQUARTISTA
Il fantasma di Conte e del 3-5-2, nel primo anno sulla panchina bianconera, fu allontanato dal passaggio al rombo di centrocampo, composto dalla qualit di Pirlo, Pogba, Marchisio e Vidal. Per quest’ultimo fu ritagliato il nuovo ruolo di trequartista, mossa che contribu a portare la Juventus fino alla finale di Champions contro il Barcellona.

CUADRADO: DA ESTERNO A TERZINO
Un esterno di spinta come Cuadrado arretrato a terzino nella difesa a 4. Nelle passate stagioni sulla panchina della Juventus, spesso Allegri si affidato a questa soluzione innovativa.

CONSTANT: DA CENTROCAMPISTA A TERZINO
Le invenzioni di Allegri non sono mancate nemmeno ai tempi del Milan. Prendiamo Constant: il centrocampista, arrivato dal Genoa, fu reinventato terzino sinistro dal tecnico livornese.

Boateng con la maglia del Milan. Lapresse

Boateng con la maglia del Milan. Lapresse

BOATENG: DA CENTROCAMPISTA A TREQUARTISTA
Se si pensa allo scudetto del Milan di Allegri, oltre a Zlatan Ibrahimovic non pu non venire in mente Kevin Prince Boateng. E il ghanese fu un fattore anche sotto porta grazie all’avanzamento da centrocampista a trequartista. Per mano, ovviamente, di Massimiliano Allegri.

PIRLO: DA REGISTA A MEZZALA
L’esperimento forse pi rischioso: Pirlo mezz’ala. Allegri, ai tempi del Milan, ha azzardato, prima di ritrovare Andrea alla Juventus.

 Gasport 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it