da Caldara, Cutrone e Reina segnali positivi


Patrick Cutrone, 21 anni, e Mattia Caldara, 24. LaPresse

Patrick Cutrone, 21 anni, e Mattia Caldara, 24. LaPresse

Tre lampadine accese nel buio. Le prestazioni di Pepe Reina, Mattia Caldara e Patrick Cutrone sono le uniche note liete della semifinale di ritorno di Coppa Italia persa dal Milan contro la Lazio. Un buon segnale da chi ha passato quasi una stagione intera a guardare dalla panchina (o in tribuna): il Diavolo che deve ritrovarsi pu ripartire anche dalle sue armi di scorta.

reina
Vive un paradosso: le prestazioni sono sempre largamente al di sopra della sufficienza – ieri stato il migliore in campo – ma le gerarchie rossonere sono scolpite nella pietra. Reina davanti ha un certo Donnarumma, anche lui peraltro spesso decisivo tra i pali, e Gattuso era stato chiaro sin dall’inizio: Gigio titolare in A, Pepe nelle coppe. L’ex Napoli ha fatto bene anche quando chiamato in causa in campionato, ora per dovr riaccomodarsi in panchina.

Cosa pu dare:
Leadership. Reina al Milan dalla scorsa estate ma gi uno dei senatori pi ascoltati da tecnico e compagni. Ci mette la faccia – come quando ha preso la parola in nome della squadra durante il confronto con Leonardo e Maldini per l’uso dei social all’indomani della vicenda Kessie-Bakayoko – e l’esperieza, come quella messa a disposizione di Donnarumma: “Lo aiuto a crescere”. Sintetizzando, si pu trascinare anche seduti in panchina.


I VIDEO DI GAZZETTA TV

caldara
Sette mesi di attesa, tra esami strumentali e fisioterapia, poi venuto il suo momento. A sorpresa, perch Gattuso ha deciso di dargli fiducia in una gara da dentro o fuori. Caldara ha risposto con una prova senza inciampi ed stato il pi sicuro del trio difensivo.

Cosa pu dare:
Freschezza e inserimenti. Sul primo punto c’ poco da spiegare. Magari non avr l’esplosivit di un difensore rodato, ma senza dubbio il centrale bergamasco meno usurato dei compagni, in particolare di Musacchio, apparso particolarmente stanco nelle ultime uscite. In pi, Caldara sa farsi valere con gli inserimenti su palla inattiva nell’area avversaria: in due campionati all’Atalanta ha messo insieme 10 gol. Nel Milan di oggi dove si fatica a sfruttare i calci piazzati…

cutrone
Era un tarantolato (cit. Gattuso) quando segnava, lo anche adesso che il gol manca da gennaio. Contro la Lazio ha portato peso in area, dove Piatek era abbandonato a se stesso, e ha provato ad accendere la miccia.

Cosa pu dare:
Spinta. Il doppio trequartista schierato contro i biancocelesti non ha alzato il baricentro: mercoled Piatek ha toccato un solo pallone in area, mai cos poco da quando al Milan. Con Cutrone i rossoneri possono riempire l’area avversaria con pi facilit e sfruttare la fame di gol dell’attaccante comasco.

 Marco Fallisi 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it