Da Immobile e Acerbi a Milinkovic: per i “Lazio-nali” la stagione non è finita – La Gazzetta dello Sport


Otto i convocati per le qualificazioni agli Europei. Intanto il serbo è tornato al centro dei rumors di mercato

Stagione tutt’altro che finita. Quando la Lazio non c’è, i nazionali devono comunque ballare. A partire da Strakosha. Il portiere albanese dovrà affrontare due gare molto delicate con la sua Albania nella qualificazione agli Europei 2020: sfiderà infatti l’Islanda (fuori casa) l’8 giugno e andrà poi in Andorra tre giorni dopo. Le prossime settimane sono però ricche di impegni anche per altri otto biancocelesti.

IL PROGRAMMA

—  

Pedro Neto, per esempio, è nel bel mezzo della Coppa del Mondo U20 alla quale partecipa con il Portogallo. All’esordio i lusitani hanno vinto contro la Corea del Sud (lui ha giocato solo lo spezzone di gara finale). Oggi la sfida all’Argentina, venerdì quella al Sudafrica. I portoghesi sono fra i favoriti del torneo, la speranza quindi è quella di giocare anche altre partite dopo la fase a gironi. Sarà verosimilmente un’estate calda quella di Milinkovic, che già un anno fa aveva i riflettori puntati addosso. Il serbo, dopo aver segnato il gol decisivo nella finale di Coppa Italia, è tornato al centro di diversi rumors di mercato. Prima di pensare al futuro dovrà però giocare contro l’Ucraina (7 giugno) e la Lituania (il 10) nella qualificazione agli Europei. In contemporanea le partite che Marusic giocherà con il Montenegro contro Kosovo (il 7) e Repubblica Ceca (il 10). Negli stessi giorni la Danimarca di Durmisi affronterà prima l’Irlanda e poi la Georgia (anche queste gare sono valide per le qualificazioni agli Europei). Badelj avrà una partita ufficiale (contro il Galles) e un’amichevole (Tunisia) prima di concludere gli impegni stagionali con la Croazia. Bastos è invece stato inserito nella rosa dei pre-convocati per la Coppa d’Africa che si giocherà in Egitto a partire dal prossimo 21 giugno. Ci sono infine Immobile e Acerbi che dovranno aiutare gli Azzurri a confermarsi primi nel girone di qualificazione dopo le sfide a Grecia (8 giugno) e Bosnia (l’11). Impegni seri, che non si possono sbagliare. Insomma, per i Lazio-nali la stagione è tutt’altro che finita.


Link ufficiale: gazzetta.it