da Lautaro, Keita, Politano e Perisic



L’Inter pu fare a meno di Mauro Icardi a lungo termine, e non pagare pegno nell’inseguimento alla Champions? La domanda ormai obbligata, ma non ha una risposta semplice. Da una parte ci sono i risultati recenti senza Mauro, quelle 3 vittorie pi il polemico 3-3 di Firenze. Dall’altro ci sono quella ventina di gol persi per strada: l’argentino in campionato fermo a 9, l’anno scorso chiuse a 29. A recuperare il bottino di gol pu pensare una cooperativa (Ogni giocatore cerca di dare qualcosa in pi ha detto Spalletti), ma la casella del centravanti va occupata da un singolo. Finora ci ha pensato Lautaro Martinez, il sostituto naturale, con un solo gol (da quando titolare, al Rapid), ma pagelle positive. Lautaro per non aveva mai iniziato due gare di fila all’Inter, ora a quota quattro e Cagliari sar la quinta.

“Nueve” alternativo
Le prossime settimane prevedono gare ogni tre giorni, impensabile che Martinez le giochi tutte.La principale alternativa in rosa come prima punta Keita: da luned ha ricominciato con il pallone, l’infortunio muscolare alla coscia destra di met gennaio, al rientro potrebbero mancare 10-15 giorni. Per un nueve alternativo bisogna trovare altre risorse: Politano e Perisic possono farlo, stato il responso di Spalletti. L’azzurro, due gol in quattro giorni, gi stato provato nel finale del ritorno contro il Rapid, per 24’, quando ha dato fiato proprio a Lautaro, con un gol. Poi appunto c’ Ivan: mentre la moglie e i figli sono in vacanza… a Dubai (come Wanda, ma la citt grande abbastanza) il croato sul pezzo ad Appiano. In questo momento, sembra pronto a coprire ogni ruolo. L’ultima risorsa sono i giovani della Primavera, magari per una panchina, per uno spezzone a gara decisa: Facundo Colidio (2000) il quotato, Sebastiano Esposito (2002) il pi caldo.


I VIDEO DI GAZZETTA TV

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO SULLA GAZZETTA IN EDICOLA OGGI

 Valerio Clari 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it