da Piatek a Lautaro, i giocatori si dividono gli attici top


Altro che aria buona e comodità nel raggiungere i rispettivi centri sportivi sulla Milano-Laghi. Milano resta da bere, ma anche da abitare e vivere. Soprattutto per i calciatori di Inter e Milan. Mettendo insieme le due rose che stasera accenderanno il Meazza infatti solo Laxalt e Cutrone hanno scelto di non abitare in città, bensì ad Arese e sul lago di Como. Dove Icardi sempre più spesso si isola nella villa presa da poco e al tempo, solo per citarne alcuni, stavano i vari Cambiasso, Zanetti, Adriano, mentre Sheva si sdoppiava, Pippo Inzaghi viveva a Castellanza e Gattuso non si è mai mosso da Gallarate. Complice invece l’onda lunga dell’Expo 2015, Milano ormai attira turisti da tutto il mondo. E i divi del pallone non sono da meno. Visti gli stipendi a più zeri, abitano in loft o super attici (anche perché c’è chi, come Reina e Maurito, ha 5 figli…) nelle zone più chic.

Con piscina, griglia e vista sul Tempio
Una, storica, è quella di San Siro, a due passi dal Tempio. Qui, anche se non possiamo divulgare gli indirizzi per ovvi motivi, vivono Reina, Zapata, Skriniar e Nainggolan. E, nello stesso palazzo, un mix rossonerazzurro con Icardi, che più volte si è postato nella piscina privata con vista sul Meazza, Vecino, Borja Valero, Brozovic, Suso e pure Boateng, ora al Barça, con la splendida Melissa Satta. Qui abitava anche Antonio Donnarumma, fratello di Gigio, il baby portierone che ora invece si è spostato nei nuovi quartieri di CityLife, il più gettonato con Gae Aulenti-Porta Nuova (dove si trasferirà la sede interista). Nel primo, di fatto l’area dell’ex Fiera, hanno trovato casa anche Biglia, Kessie, Rodriguez, Handanovic, Lautaro, Candreva, D’Ambrosio, Ranocchia, Gagliardini, Miranda, Joao Mario, Cedric, Padelli e Berni. Con Borini che ha scelto il parco Sempione. Non lontano, in zona Portello, dove da qualche anno si è trasferita da via Turati la sede del Milan, abitano invece i rossoneri Calhanoglu, Conti, Caldara, Calabria e “l’intruso” De Vrij.


I VIDEO DI GAZZETTA TV

Nel verde del Bosco Verticale
L’altro polo d’attrazione è sull’asse Gae Aulenti-Porta Nuova. Nel Bosco Verticale, miglior grattacielo del mondo in fatto di sostenibilità per l’impiego del verde lungo la facciata, sulla quale si affacciano alberi e 90 specie di piante, hanno le loro pregiate dimore Spalletti, Perisic e Dalbert. A due passi ci sono Piatek, Paqueta, Castillejo, Musacchio, Bakayoko, Abate, Bonaventura e, appena un po’ verso il centro storico, Romagnoli.

 Luca Taidelli 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it