Da Trippier a Quagliarella, per il Napoli mercato… stagionato – La Gazzetta dello Sport


De Laurentiis di solito fa acquisti di prospettiva, ora con Ancelotti punta ai veterani di lusso. Resiste la suggestione De Rossi, a destra vive le piste Lazzari e Di Lorenzo

Oggi si gioca l’ultima di campionato, ma Ancelotti pensa già al futuro e il suo Napoli va rinforzato sugli esterni difensivi, dove in questa stagione ha pagato dazio a certi livelli: dalle sfide con la Juventus e quelle con Liverpool e Arsenal in Europa, tutte perse. Bisogna elevare il tasso tecnico e di esperienza. E per questo motivo l’allenatore ha convinto il presidente Aurelio De Laurentiis a puntare forte su Kieran Trippier, esterno destro del Tottenham e nazionale inglese, che sarà prossimo protagonista nella finale in programma al Wanda Metropolitano di Madrid, sabato 1 giugno. Trippier – che qualche tifoso buontempone su wikipedia ha già «comprato» per il Napoli – compirà 29 anni a settembre.

Esperienza

—  

Di solito Aurelio De Laurentiis punta su giocatori di prospettiva, ma ora il presidente si è lasciato convincere dal suo allenatore. Dalla suggestione Daniele De Rossi a quella per il ritorno di Fabio Quagliarella ora il Napoli ha una strategia un po’ diversa. Lo stesso Ilicic va verso i 32 anni eppure il Napoli lo tratta. Lo stesso Trippier a settembre ne compirà 29. La trattativa col club inglese si annuncia tutt’altro che facile, ma proprio dai media d’Oltremanica confermano la volontà del giocatore di trasferirsi a Napoli. Intanto il ds Cristiano Giuntoli tiene vive altre piste per l’esterno destro, in questo caso quelle nostrane che portano a Manuel Lazzari, 25 anni della Spal, migliore del ruolo nella nostra Serie A; e Giovanni Di Lorenzo, 25enne anche lui, che con l’Empoli si gioca la salvezza a San Siro e che se i toscani raggiungeranno l’obiettivo sarà uno di quelli da ringraziare, visto che da terzino ha segnato 3 gol vincenti nelle ultime 8 gare dell’Empoli.

Duttile

—  

Ma la trattativa forse più importante, per la duttilità tattica del giocatore, è quella che porta al 23enne belga Timothy Castagne. Anche qui tocca aspettare la Champions. Nel senso di quella che insegue l’Atalanta. Nel summit di giovedì a casa Ancelotti di Castagne si è parlato, anche perché la capacità di giocare indifferentemente esterno destro o sinistro, o addirittura in mediana, piace molto al tecnico e pure al presidente. E per la corsia mancina, dove Ancelotti riconferma Ghoulam ma non Mario Rui, c’è anche aperto un discorso con il Real Madrid per Theo Hernandez, franco-spagnolo di 22 anni, prestante fisicamente, che nell’ultima stagione ha giocato alla Real Sociedad. Insomma il Napoli che verrà deve andare sempre più veloce sulle corsie esterne. E insieme alla velocità dovrà migliorare tasso tecnico ed esperienza.


Link ufficiale: gazzetta.it