da Zapata a Gollini, i rivalutati top


Gasperini, 61 anni, abbraccia Gianluca Mancini, 23. Getty

Gasperini, 61 anni, abbraccia Gianluca Mancini, 23. Getty

L’Atalanta di Gian Piero Gasperini continua a regalare spettacolo. Sicuramente sul campo, dopo lo show al San Paolo e la conseguente sconfitta del Napoli. I bergamaschi, attualmente quarti insieme al Milan a 56 punti, sono nel pieno della lotta Champions. Senza tralasciare l’altro obiettivo stagionale, ovvero la semifinale di ritorno di Coppa Italia, in programma gioved contro la Fiorentina. Ma dietro ai numeri c’ molto altro. Ci sono ad esempio tanti singoli che, grazie a come sono stati motivati e utilizzati da Gasperini, hanno visto schizzare alle stelle il proprio valore. Eccone quattro, sull’edizione di domani della Gazzetta il servizio completo.

Duvan zapata
La punta di diamante dei bergamaschi l’attaccante colombiano, protagonista di una stagione ricca di soddisfazioni. arrivato in estate dalla Sampdoria con un prestito biennale oneroso a 14 milioni di euro, con il diritto di riscatto fissato a 12. Per un totale, in caso di acquisto a titolo definitivo, di 26 milioni di euro. Un valore quasi raddoppiato dalle prestazioni visto che attualmente il centravanti di Gasperini, ancora una volta decisivo contro il Napoli, vale 40 milioni di euro. Nella trasferta di Napoli, Zapata ha raggiunto la quota di 21 reti in campionato, in 32 presenze, di cui 14 segnate lontano dalle mura amiche. Nei primi cinque campionati europei, soltanto Messi, a segno 15 volte fuori dal Camp Nou, ha fatto meglio di lui.


REMO FREULER
Un discorso simile va fatto per il centrocampista svizzero, ingaggiato dall’Atalanta nel mercato invernale della stagione 2015-2016 per 800.000 euro. Ma adesso il valore differente. Da uomo ombra a pedina fondamentale il passo stato breve. Il merito va anche a Gasperini che ha saputo valorizzare le sue qualit in entrambe le fasi del gioco. In questa stagione Freuler ha giocato 30 partite in Serie A, alle quali si aggiungono 5 nella fase di qualificazione dell’Europa League e 2 in Coppa Italia. Chiaro che la Dea, ora, non potrebbe privarsene per meno di 20 milioni di euro.

gianluca mancini
Il suo un profilo giovane (classe 1996), ma con una prospettiva futura ampia. Il difensore arrivato a Bergamo nell’estate del 2017, per poi esordire a 21 anni nella partita contro la Fiorentina terminata 1-1. stato ceduto dal Perugia a un milione di euro, ma ora viene trattato a 25 milioni di euro. Oltre alle doti difensive, Mancini ha uno spiccato fiuto del gol, avendo realizzato sei reti tra campionato ed Europa League. Un vero e proprio punto di forza che potrebbe far gola a molte big.

PIERLUIGI GOLLINI
Il portiere classe 1995 un altro tesoretto. A giugno scorso stato riscattato dall’Atalanta a titolo definitivo per 4.5 milioni di euro e nel tempo diventato un punto fermo nella formazione di Gian Piero Gasperini. Ha aspettato il suo turno in silenzio e, al momento giusto, non ha fallito. Questa Dea anche la sua. Vietato, dunque, pensare di cederlo a meno di 15 milioni di euro.

I VIDEO DI GAZZETTA TV

 Gasport 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it