“Dobbiamo essere noi stessi. Perisic? Ingannato”


Luciano Spalletti, 59 anni. Getty

Luciano Spalletti, 59 anni. Getty

Tre giorni dopo la brutta serata di Torino, tra voci di mercato e nuovi dubbi sulla tenuta della squadra, il modo migliore per ripartire in casa Inter pensare solo al campo, a una sfida che pu orientare la seconda parte della stagione. Domani sera i nerazzurri ritrovano il pubblico di San Siro (ma non la Curva Nord, ancora squalificata per razzismo) e con la Lazio nei quarti di Coppa Italia Luciano Spalletti non pu permettersi un passo falso. Qualificarsi per le semifinali derby contro il Milan un obbligo: “Dobbiamo metterci sempre tutto quello che abbiamo. A volte non ce la facciamo, ci sono delle beghe che ci limitano ma dobbiamo mettercela tutta. La partita importante e difficile, ma conosciamo anche la soluzione: essere l’Inter. Se ce la faremo avremo buone chance di passare il turno”. Nel 3-0 contro la Lazio in campionato c’ stata la migliore Inter della stagione. Bissare la partita dell’Olimpico sarebbe fondamentale: “A Roma siamo riusciti a fare gol, a creare delle situazioni. Per giocare cos ci vuole un po’ tutto. Quando diciamo che bisogna riempire la partita dobbiamo fare cos. Se riusciremo a rimetterci tutti questi contenuti chiaro che possibile passare il turno.

CAMPO
De Vrij e Keita non ci saranno, Cedric alla prima convocazione: “Il portoghese poco tempo che si allena con noi, ma pronto dal punto di vista fisico e per la conoscenza del ruolo. Difficile vederlo subito dall’inizio, una partita delicata, ci vuole pi conoscenza del gruppo. Ma ha dimostrato di sapere fare bene il ruolo, conosce bene il suo mestiere, ci pu far comodo, nella difesa a 4 e in quella a 3. Keita sta migliorando, difficile per vederlo domenica con il Bologna. Politano? Dentro gli spogliatoi a Torino era dispiaciuto al massimo per l’espulsione. La parolina gli partita. Le regole sono queste. Ma il fallo lo aveva ricevuto. Abbiamo detto di mantenere un profilo corretto e quindi anche stavolta si accettano le due giornate e poi si sta a guardare. Non si far ricorso. Ci dispiace perch abbiamo altre difficolt in quel ruolo e l’assenza di Politano in campionato peser”.


I VIDEO DI GAZZETTA TV

MAL DI PANCIA?
Domani si gioca ma chiude anche il mercato: “I giocatori che chiedono di andare via? Sono cose che riguardano il gruppo, la nostra famiglia, io non le vado a raccontare fuori. Di Perisic vero, di Vecino no. Ivan ha detto una cosa che gli sembrava giusta in quel momento, forse stato tratto un po’ in inganno. Forse sono venute fuori cose importanti che l’hanno costretto alla tentazione. Ma gi oggi era diverso da ieri, adesso deve passare queste due notti tranquillo e tutto torner come prima. Giocher con la Lazio? Vediamo, si sono tutti allenati bene, mi hanno messo tutti in difficolt. Certo che ci sono giocatori non contenti, ma nessun altro ha chiesto di andare via. Tutti hanno avuto grandi occasioni quest’anno, anche Candreva. In queste settimane di mercato la partita diventata il contorno, eppure si sapeva che non si muoveva nessuno, che non si prendeva nessuno. Pi polvere si alza, meno si vede. Zhang l’ha detto a cena che non si faceva niente in questo mercato: l’altra sera l’ha ribadito, siamo andati a cena in amicizia e non si parlato d’altro. E si mangiato bene…”.

dal nostro inviato  Carlo Angioni 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it