donna muore nell’esplosione della casa


sfratto ufficiale casa donna



Una donna è morta i suoi due figli sono in gravi condizioni a Napoli per l’esplosione – probabilmente di una bombola di gas – in un appartamento al civico 6 di via don Minzoni. Il fatto è accaduto nel popolare quartiere della Pignasecca, quando l’ufficiale giudiziario è andato a eseguire uno sfratto. 

Secondo una prima di costruzione dell’accaduto basata soprattutto sulle testimonianze di residenti, il figlio della donna morta, che è il più grave tra i feriti, da tempo minacciava di dare fuoco all’appartamento nel caso fosse stato eseguito lo sgombero. Stamani lo ha fatto di nuovo davanti all’ufficiale giudiziario che intorno alle 11,30 ha tranquillizzato la famiglia e ha deciso di aspettare ancora prima di dare corso al provvedimento e si è allontanato. Poco dopo, l’esplosione.

La donna, secondo quanto si è appreso, non presenterebbe sul corpo segni di bruciature, per cui è morta probabilmente per le conseguenze della forte deflagrazione. Complicate le operazioni di soccorso: l’appartamento è al terzo piano di uno stabile in un vicolo molto stretto, poco distante dall’ospedale Pellegrini. L’ambulanza non è riuscita a giungere sul posto e gli uomini della pattuglia dei Nibbio della polizia hanno preso una barella dal nosocomio e soccorso a piedi i feriti.

L’edificio è stato evacuato a scopo precauzionale in attesa di verificarne la stabilità.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it




LINK UFFICIALE: https://www.agi.it/cronaca/rss