dopo Italia 5 Stelle il M5s aumenta i consensi


Con la conclusione di “Italia 5 Stelle” al Circo Massimo, la kermesse organizzata dal Movimento 5 Stelle a Roma proprio per festeggiare l’arrivo al governo dei 5s, pare che il Movimento abbia ampliato un po’ il suo bacino elettorale. A testimoniarlo è il sondaggio politico del lunedì realizzato da Swg per il Tg di La7 sulle preferenze di voto e sull’opinione riguardo al giudizio della Commissione europea sulla manovra finanziaria del governo italiano. Per la seconda settimana di seguito, il governo giallo-verde per poco non arriva al 60% dei consensi unendo quelli del movimento e quelli della Lega. Questo lunedì infatti il totale si ferma al 59,5%, guadagnando, in ogni caso, quasi un punto percentuale, considerando che la scorsa settimana l’intenzione di voto faceva confluire verso Lega e M5s il 58,6%. Se si considera però che alla prima settimana di ottobre il consenso tra i due partiti era circa del 61% con picchi che arrivavano anche la 64%, è evidente un cambio di tendenza da parte degli italiani, che probabilmente non hanno apprezzato le ultime misure proposte e gli scontri interni all’esecutivo. La legge di bilancio, per esempio, come dimostrano altri sondaggi, non è stata giudicata in modo positivo da tutti i cittadini.

La Lega di Matteo Salvini non abbandona il posto più alto del podio e continua a essere il primo partito, anche se questa settimana il suo distacco dal Movimento 5 Stelle non è significativo come nelle precedenti rilevazioni. Infatti il Carroccio, stando al sondaggio di lunedì 22 ottobre, ha il 30,5% dei consensi. Salvini quindi riesce a mantenersi sopra il 30% anche in questi giorni e rispetto alla settimana del 15 ottobre scende dello 0,1%, ma è da segnalare un calo dell’1,5% se si analizzano le ricerche di inizio ottobre, quando la Lega aveva circa il 32%. Bene invece l’altro partito al governo, il Movimento 5 Stelle di Luigi di Maio, che al momento sembra convincere il 29,1% degli elettori e questo significa un +1% rispetto al sondaggio effettuato sempre da Swg per La7 lo scorso lunedì. Cresce leggermente anche il Partito Democratico, che al momento raccoglie i consensi del 17,5% dei cittadini, quindi +0,4% dagli scorsi sette giorni. L’unico altro partito a iniziare la settimana in positivo è quello di Emma Bonino, +Europa, che aumenta dello 0,1% per trovare l’assestamento al 2,7%.

Per il resto invece, segno negativo per tutti: Forza Italia di Silvio Berlusconi continua la sua discesa e si ferma al 7,6% perdendo lo 0,4%, così come Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni che cala della stessa percentuale e non supera 3,7%. Un po’ più lieve il margine di perdita dei partiti di centro-sinistra: sia Liberi e Uguali di Laura Boldrini e Pietro Grasso che Potere al Popolo riducono i consensi dello 0,2% e si arrestano rispettivamente al 2,7% e al 2,3%. Di tutti gli intervistati, gli astenuti sono stati il 34,3%, quindi lo 0,5% in meno rispetto la scorsa settimana.

L’opinione sul giudizio dell’Ue sulla manovra italiana

È stato richiesto agli italiani di dare anche un’opinione sul parere negativo sulla manovra finanziaria del governo italiano, che oggi è stata ufficialmente bocciata. Quello che si imponeva di capire il sondaggio è se, secondo gli italiani, questo giudizio fosse la dimostrazione del fatto che la manovra è inadeguata, oppure se non fosse da prendere in considerazione in quanto la Commissione europea ha perso di credibilità. Ciò che è emerso è che il 46% degli intervistati pensa che il parere della Commissione sia da tenere in considerazione, perché in grado di delineare le criticità della manovra presentata dal governo. Invece il 36% crede che non sia necessario dare valore all’opinione della Commissione e infine il 18% ha detto di non avere un’opinione precisa a riguardo.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/