due feriti e milioni di danni


Chissà come avrà fatto quel tecnico della manutenzione a sparare con il cannone di un aereo da guerra F-16 provocando il ferimento di due persone, la distruzione completa di un altro velivolo, e il danneggiamento di un altro ancora, per parecchi milioni di euro di danni.

L’incidente, ai limiti dell’incredibile, degno di una scena della celebre e paradossale saga Una pallottola spuntata, si è verificato ieri pomeriggio alla base aerea di Florennes in Belgio. Il tecnico, per cause che sono al centro di un’inchiesta, ha inavvertitamente fatto fuoco con il potente cannone M61 Vulcan in dotazione agli F-16.

I colpi partiti hanno raggiunto un altro F-16, andato completamente distrutto anche perché carico di carburante, mentre due militari presenti sono rimasti feriti dalla deflagrazione e anche un secondo aereo, un caccia statunitense, ha subito danni.

Il comandante della base di Florennes, il colonnello Didier Polomé, è tornato urgentemente dalla base aerea di Siauliai in Lituania: “Un incidente del genere è quasi impossibile. Certamente si tratta di una serie di piccole circostanze difficilmente può essere colpa di una sola persona o di una singola decisione sbagliata”. Il colonnello Polomé ritiene che l’inchiesta richiederà diverse settimane, persino mesi.

Le operazioni di volo dalla base aerea sono momentanee sospese per permettere sia di svolgere le indagini, sia di mettere in sicurezza tutta l’area vicina al punto dell’esplosione evitando eventuali fuoriuscite di sostanze tossiche. La base aerea di Florennes ospita il 2 ° Tactical Wing dispone di oltre un migliaio di militari e 30 aerei F-16 divisi in due squadre appartenenti alla forza di reazione della NATO.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/