“Dura giocare con i fischi. Voglio aiutare il Milan a entrare tra le prime quattro”


Ti

Timou Bakayoko, 24enne centrocampista del Milan. Getty

Dopo un debutto burrascoso al San Paolo, con la sua sostituzione che coincisa con la rimonta degli uomini di Ancelotti, Tiemou Bakayoko nelle ultime partite si sta conquistando la fiducia dei tifosi e di Gattuso con ottime prestazioni. “I fischi ci sono ancora, non fanno piacere, ma li capisco. Spero che mi applaudiranno presto – ha spiegato l’ex Chelsea ai microfoni di Sky Sport 24 -. Ho fatto delle buone cose, ma siamo soltanto all’inizio, spero di diventare un elemento importante e di aiutare il Milan a entrare tra le prime 4”.

idee
C’ spazio anche per un giudizio sullo schema tattico di questo Milan in costruzione: “Il 4-4-2 il sistema che preferisco, ma nell’ultima partita mi sono trovato bene anche nel 4-3-3. cambiata la mia posizione, ma andata bene e credo di essere riuscito ad aiutare di pi la squadra. Dispiace per il risultato contro la Juventus, ma questo il calcio, sono contento di quello che ho fatto.


gattuso come conte
Il centrocampista grato a Kessie che lo ha aiutato “molto a inserirsi e ambientarsi” e spera di “imparare presto l’italiano”, parla dei suoi idoli (“Da piccolo giocavo nel ruolo di Ronaldinho, stato lui il mio idolo, ma anche Yaya Toure'”) e poi si sofferma sul suo ex allenatore e su quello attuale. “Conte e Gattuso sono simili, danno e chiedono moltissimo ai giocatori sia in allenamento che durante la partita – ha concluso il neo acquisto rossonero -, hanno lo stesso modo di lavorare e idee di grande valore”.

 Gasport 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it