e ora arriva l’attacco super dell’Atalanta…


Ancelotti. Getty

Ancelotti. Getty

Bisogner rimettersi in piedi. E non sar semplice dopo la delusione europea. Si aspetter la fine di tutto per fare un bilancio della stagione napoletana. Ma, considerata l’eliminazione dall’Europa League, sar difficile definirla positiva. Resta il campionato ed un secondo posto che non pu nemmeno essere considerato un premio di consolazione, perch la speranza napoletana s’ dissolta troppo in fretta dinanzi allo strapotere della Juventus. La posizione in classifica, per, andr consolidata. Ci sono 7 punti di vantaggio sull’Inter, un divario consistente, che dovrebbe garantire al collettivo di Ancelotti un finale di campionato senza sorprese.

napoli, difesa in calo
C’ un dato, tuttavia, che preoccupa l’allenatore napoletano. E riguarda la difesa. A partire dallo scontro diretto del 3 marzo, al San Paolo, contro la capolista, il reparto arretrato rimasto imbattuto una sola volta, contro il Salisburgo, nella gara d’andata, a Fuorigrotta. Per il resto, in 11 partite, tra campionato e Europa League, il Napoli ha subito 16 reti. Un passivo pesante, che ha disperso una quantit di punti importanti, che sarebbero potuti servire per tenere in piedi la competizione con i bianconeri. L’infortunio di Raul Albiol ha complicato di pi le cose. Da quando manca lui, la difesa non ha mai smesso di prendere gol. Dieci li ha subiti in 7 partite di campionato, 6 in 4 gare di Europa League. La coppia Maksimovic-Koulibaly, insomma, ha retto soltanto in parte all’assenza di Albiol, mentre Ancelotti ha ritrovato Chiriches soltanto da qualche partita, dopo la lunga assenza del nazionale romeno per l’infortunio subito al ginocchio, a settembre.


I VIDEO DI GAZZETTA TV

dea, attacco super
E in prospettiva, non si prevede una serata tranquilla, per la difesa del Napoli che, luned, affronter l’Atalanta nel posticipo. Ancelotti dovr arginare la forza offensiva dei bergamaschi che vantano il secondo attacco del campionato con 64 reti all’attivo. Meglio, finora, ha fatto soltanto quello della Juventus, fermo a quota 65, ma che tra qualche ora potrebbe sommarne qualcuno in pi nella sfida con la Fiorentina. L’allenatore orientato a schierare Chiriches al fianco di Koulibaly: il romeno d maggiori garanzie ed molto stimato dallo stesso tecnico. Maksimovic dovrebbe finire in panchina, mentre sugli esterni ci saranno i rientri di Hysaj e Mario Rui. In porta, potrebbe ritornare Ospina, per permettere a Meret di riprendersi dopo l’indecisione sul gol subito che ha permesso all’Arsenal di vincere senza nemmeno sforzarsi pi di tanto.

 Mimmo Malfitano 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it