ecco cosa ha detto su terremoto, Ilva e fondi della Lega


Il presidente del Consiglio ha effettuato un sopralluogo nella zona rossa di Casamicciola Terme e Lacco Ameno

conte ischia

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha fatto visita oggi ai terremotati di Ischia. Il premier ha prima effettuato un sopralluogo nella zona rossa di Casamicciola Terme e Lacco Ameno, poi ha incontrato i sindaci dell’isola presso la sala consiliare del Comune di Lacco Ameno. Diversi gli spunti forniti da Conte al termine dell’incontro, quando si è intrattenuto con i giornalisti presenti: “Dall’agosto del 2017 è passato troppo tempo – ha esordito il presidente del Consiglio – , senza adeguati interventi del governo. Ora dobbiamo muoverci in modo risolutivo. Non esistono terremoti serie A e terremoti di serie B”. “La settimana prossima – ha aggiunto – porterò io personalmente in consiglio dei ministri un decreto per il terremoto di Ischia. Sono qui per chiudere il cerchio, per dare concretezza alla vostra speranza”.

Giuseppe Conte si è intrattenuto anche con qualche cittadino che ha portato le proprie rimostranze, ma non si è comunque sottratto alle domande dei giornalisti che lo hanno incalzato su alcune tematiche scottanti. Ad esempio, la questione Ilva, di cui si sta occupando in prima persona il ministro del Lavoro, Luigi Di Maio: “Di Maio ha fatto un lavoro veramente egregio, è stato molto sapiente il percorso che abbiamo costruito, abbiamo acquisito il parere dell’Anac e dell’Avvocatura dello Stato, sono emerse irregolarità evidenti – evidenzia all’Ansa – , ma l’annullamento della gara non è così semplice. Non basta un vizio formale occorre dimostrare che attraverso quell’annullamento si realizza meglio l’interesse pubblico”.

Si torna a parlare proprio in queste ore della questione relativa ai “soldi” della Lega, dopo che il tribunale del riesame di Genova ha detto sì al ricorso della Procura sul sequestro dei 49 milioni di euro che, secondo alcune ipotesi estreme, potrebbero addirittura far sparire il partito di Matteo Salvini. “Mi limito a prendere atto che per un partito politico diventa difficile svolgere attività politica nel momento in cui non c’è disponibilità di risorse finanziarie. Vale per la Lega che per qualsiasi altro partito”.

Conte: “Siamo ambiziosissimi, manterremo le promesse”

Infine, a chi gli chiede se ci sarà qualche passo indietro del governo sul contratto in vista della finanziaria, Giuseppe Conte replica netto: “Siamo ambiziosissimi, confermiamo tutto il nostro programma, ci sarà un ulteriore incontro sulla manovra, avvieremo tutte le riforme che riteniamo necessarie. Abbiamo fatto delle promesse agli italiani e intendiamo mantenerle. Abbiamo “100” come obiettivo – insiste – , magari non lo raggiungeremo ora ma raggiungeremo una percentuale molto alta e comunque “100” sarà raggiunto nel corso della legislatura”, conclude Conte.




Link ufficiale: http://www.blogo.it/rss