Europa League, Marsiglia-Lazio 1—3. Gol di Wallace, Caicedo, Payet e Marusic


Immobile e Caicedo, festeggiano al Velodrome. Ap

Immobile e Caicedo, festeggiano al Velodrome. Ap

La Lazio passa a Marsiglia e praticamente ipoteca la qualificazione. Vittoria convincente al Velodrome che infrange anche il tab Garcia risalente ai derby dell’Olimpico. La squadra di Inzaghi si mostra subito padrona e colpisce con Wallace in apertura. Dopo un gran primo tempo, concluso col minimo vantaggio nonostante le opportunit offensive create, il gol di Caicedo nella ripresa sembra dettare la svolta definitiva alla partita, ma la rete di Payet accende qualche ansia nel finale prima che un capolavoro di Marusic suggelli un successo meritato quanto prezioso.

SBLOCCA WALLACE
Simone Inzaghi dribbla il turnover vista l’importanza della sfida. Squalificati Correa e Basta, infortunati Badelj e Durmisi, ma manca pure Luis Alberto, rimasto a Roma per sottoporsi ad accertamenti su fastidi muscolari alla base del suo ritardo di condizione. Rispetto alla formazione che domenica si imposta a Parma, il tecnico ritocca ogni reparto: in difesa Wallace avvicenda Luiz Felipe; sulla destra della mediana, al posto di Patric (non inserito nella lista Uefa) c’ la novit di Caceres, preferito a Marusic, che parte dalla panchina; in avanti, torna Caicedo dal primo minuto. Biancocelesti intraprendenti sin dall’avvio. E al 10’ arriva il vantaggio: colpo di testa vincente di Wallace su angolo battuto da Leiva. Lazio decisa: tenta subito il bis con un’incursione di Immobile murata da Kamara. E al 18’, rapida verticalizzazione con Milinkovic e Immobile che smista al centro ma Caceres arriva in ritardo per il tocco decisivo. Al 20’ proteste laziali per intervento in area di Kamara su Caicedo, ma Manzano fa proseguire. Un minuto dopo palo di Immobile innescato da uno scambio con Caicedo. Brillante e determinata la formazione di Inzaghi in fase offensiva. Al 26’ prova a rendersi pericoloso il Marsiglia: Mitroglou calcia a lato. Due minuti, fuori bersaglio anche il tentativo di Sanson. La squadra di Garcia si riorganizza per attaccare. Al 32’ riecco la Lazio: fiondata di Immobile deviata in angolo da Mandanda. Al 39’ Rami smina un altro affondo del centravanti di Inzaghi. Al 45’, nuova ondata laziale verso la porta francese: rimpallato il tiro di Parolo.


CAICEDO RADDOPPIA
In avvio di ripresa si ferma Leiva per un risentimento alla coscia destra. Entra Marusic che si piazza sulla destra, mentre in regia si porta Parolo, Lulic fa l’interno e Caceres si sposta sulla fascia sinistra. All’8’, ghiotta opportunit per la Lazio: pregevole intuizione di Caicedo che lancia Lulic a rete, ma Mandanda rimedia in uscita. Al 12’ sciupa il Marsiglia: Sanson calcia alto da buona posizione. Due minuiti dopo Gustavo si incunea in area, ma conclude a lato. Inzaghi richiama la squadra che si sta abbassando troppo. Al 14’, magistrale ripartenza della Lazio: da Milinkovic per Immobile, assist impeccabile per Caicedo che infila Mandanda in uscita e sigla il raddoppio biancoceleste. Al 18’, secondo cambio nella Lazio: Berisha rileva Lulic per portare energie fresche a met campo. Doppia sostituzione nel Marsiglia: out Mitroglou e Santon, spazio a Germain e Njie per Santon senza incidere sull’assetto tattico. Francesi decisi a riaprire la partita: al 25’ Strakosha si oppone a Gustavo. Lazio attenta in copertura. Al 29’ Inzaghi fa rifiatare Caicedo: entra Cataldi e Berisha diventa trequartista. Cerca il gol Immobile anche per festeggiare le 100 presenze con la maglia biancoceleste. Ma al 41’segna il Marsiglia con una punizione a giro di Payet (sfiorata da Strakosha) e prova a riaprire in extremis la partita. Al 45’ arriva per il terzo gol della Lazio e chiude i conti: prodezza di Marusic di sinistro da fuori area. Inzaghi applaude i biancocelesti: tre punti pesanti con una prova di alto spessore.

 Nicola Berardino 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it