Europa League, Siviglia e Villarreal a valanga, vince l’Eintracht


L'esultanza dei giocatori del Siviglia. Epa

L’esultanza dei giocatori del Siviglia. Epa

Non ci si annoia con l’Europa League, che regala il consueto carico di gol in una serata che completa la festa spagnola iniziata col successo del Betis a San Siro contro il Milan. Il Siviglia esagera, il Villarreal non da meno, mentre nel girone della Lazio l’Eintracht mette un sigillo quasi definitivo sulla qualificazione. Vittoria preziosa anche per un Genk corsaro, che espugna il campo del Besiktas e vola al comando del Gruppo I.
Clicca qui per leggere i risultati degli altri gironi.


gruppo g
Ad Ibrox non mancano le emozioni, ma alla fine della fiera Rangers e Spartak non riescono a trovare il guizzo vincente. Gli scozzesi provano a farsi trascinare dal loro catino infernale, i russi (che di difese a oltranza, storicamente, se ne intendono) alzano il fortino guidato da Salvatore Bocchetti e passano indenni, sfiorando anche il colpo grosso nella ripresa. Tutto facile, invece, per le seconde linee del Villareal: il Sottomarino Giallo trova i tre punti dopo due pareggi, passeggiando su un Rapid Vienna ai limiti del presentabile. Mattatore assoluto della serata il francese Ekambi, che scrive una doppietta sia alla voce gol fatti che in quella degli assist serviti ai compagni.

Rangers-Spartak Mosca 0-0

Villareal-Rapid Vienna 5-0: 26′ Fornals (V), 30′ e 45′ Ekambi (V), 63′ Raba (V), 85′ Moreno (V)

Classifica: Villareal 5, Rangers 5, Rapid Vienna 3, Spartak Mosca 2

Toko Ekambi, 26 anni, mattatore nel successo del Villareal. Afp

Toko Ekambi, 26 anni, mattatore nel successo del Villareal. Afp

gruppo H
Non conosce ostacoli il cammino dell’Eintracht, che mette qualcosa di pi di una seria ipoteca sul passaggio del turno. Serata subito in discesa per i tedeschi, grazie al gentile omaggio del portiere ospite Bruno Vale e chiude la pratica poco dopo la mezz’ora con Haller. L’Apollon ha un unico sussulto nel finale, ma un clamoroso doppio legno spegne le gi esigue speranze dei ciprioti. La Lazio piazza il colpaccio esterno a Marsiglia, e fa un passo deciso verso la qualificazione.

Eintracht Francoforte-Apollon Limassol 2-0: 13′ Kostic (E), 32′ Haller (E)

Marsiglia-Lazio 1-3 (leggi la cronaca)

Classifica: Eintracht Francoforte 9, Lazio 6, Apollon 1, Marsiglia 1

gruppo I
Si sblocca l’equilibrio assoluto che regnava dopo le prime due gare, col Genk che prova la prima fuga con tre punti corsari a Istanbul. I belgi costruiscono il successo esterno sull’asse Maehle-Samatta: doppio cross dalla destra, doppia zampata del tanzaniano che batte un Karius che poco prima era stato decisivo nel tenere in piedi i suoi. La vecchia volpe Vagner Love prova a riaprire i giochi, ma Ndongala e l’autorete di Erkin chiudono i tre punti a doppia mandata. Pari e patta derby scandinavo, giocato in terra norvegese: Vindheim cuore ingrato nel mandare sotto i suoi connazionali, che poco dopo trovano il meritato pareggio con Halvorsen.

Besiktas-Genk 1-4: 23′ e 69′ Samatta (G), 74′ e 90′ Vagner Love (B), 81′ Ndongala (G), 83′ aut. Erkin (G)

Sarpsborg 08-Malm 1-1: 79′ Vindheim (M), 87′ Halvorsen (S)

Classifica: Genk 6, Sarpsborg 4, Malm 4, Besiktas 3

Sebastian Dewaest festeggia Mbwana Samatta, trascinatore del Genk a Istanbul. Afp

Sebastian Dewaest festeggia Mbwana Samatta, trascinatore del Genk a Istanbul. Afp

Gruppo j
Si gioca a tennis al Sanchez Pizjuan: il Siviglia decisamente troppo per i malcapitati turchi dell’Akhirsaspor, che dopo appena 9 minuti ne hanno gi raccolti due in fondo al sacco. Il Siviglia dilaga e si diverte, raggiungendo in vetta il Krasnodar che prima si illude e poi deve incassare la rimonta vincente dello Standard Liegi. L’eurogol di Emond vale il pareggio ed il pi bello della serata, la girata all’ultimo respiro di Laifis fa esplodere il Maurice Dufrasne e apparecchia la tavola per un girone di ritorno per cuori forti.

Siviglia-Akhirsaspor 6-0: 7′ Mesa (S), 9′ Sarabia (S), 35′ aut. Lukac(S), 50′ Muriel (S), 60′ Promes (S), 67′ Mercado (S)

Standard Liegi-Krasnodar 2-1: 39′ Ari (K), 47′ Emond (S), 93′ Laifis (S)

Classifica: Krasnodar 6, Siviglia 6, Standard Liegi 6, Akhirsaspor 0

gruppo k
L’Astana le prova tutte, ma torna a casa con un punto soltanto al cospetto di uno Jablonec battagliero. La sbloccano proprio i padroni di casa all’alba del match, i kazaki impattano subito con Henrique ma devono accontentarsi del pareggio. Portieri protagonisti in negativo a Rennes: Diallo cos cos sul vantaggio ucraino, Boyko fa peggio sulla punizione di Grenier che vale il pareggio, ma nel finale i francesi (in superiorit numerica) fanno harakiri piegandosi al gol di Buyalskyy, ancora su erroraccio di Diallo.

Jablonec-Astana 1-1: 4′ Povazanec (J), 11′ P. Henrique (A)

Rennes-Dinamo Kiev 1-2: 21′ Kedziora (D), 40′ Grenier (R), 89′ Buyalskyy (D)

Classifica: Astana 5, Dinamo Kiev 5, Rennes 3, Jablonec 2

gruppo L
Il Vidi fa la storia, e con due tiri in porta passa in Grecia rimettendosi prepotentemente in corsa per la qualificazione. Il 35 Huszti porta in vantaggio gli ungheresi, vestendo poi i panni dell’uomo-assist per la zuccata del capoverdiano Stopiria Nessun problema per il Chelsea, che mette il pilota automatico e supera senza patemi il Bate a Stamford Bridge.
Chelsea-Bate Borisov 3-1 (leggi la cronaca)

Paok Salonicco-Vidi 0-2: 13′ Huszti (V), 45′ Stopira (V)

Classifica: Chelsea 9, Paok Salonicco 3, Bate Borisov 3, Vidi 3


Link ufficiale: gazzetta.it