Fanno sesso col proprio cane: condannati. L’animale sarà abbattuto: È diventato aggressivo


Vittima fino alla fine. Bubba, un cane di razza Akita, oggetto di abusi sessuali da parte del suo proprietario e della sua ragazza, verrà abbattuto. La povera bestia era stata portata in un rifugio per animali dopo essere stata prelevata dall’abitazione dei suoi molestatori Frederick Manzanares, 51 anni, e Janette Solano, 49 anni, ad Aurora, in Colorado. Ma secondo Local10, il personale di soccorso afferma che il cane “è troppo aggressivo” e “rappresenta un pericolo” per gli altri ospiti del centro. Anche il procuratore Amy Ferrin ha ribadito in tribunale che “Bubba non sta affatto bene”. Ne ha parlato all’udienza di condanna per il suo proprietario, Manzanares, nella quale il 51enne è stato condannato a sei mesi di carcere. Nonostante i suoi maltrattamenti, l’uomo avrebbe supplicato un giudice di “provare ad aiutare a riabilitare” l’animale nella stessa udienza di martedì. Ma la sua richiesta è stata respinta. Manazares non potrà tenere un animale domestico per i due anni che dovrà trascorrere in libertà vigilata dopo essere che sarà rilasciato dal carcere.

La ex-fidanzata dell’uomo, Janette Solano, è stata condannata 24 mesi con pena sospesa, dopo aver ammesso una sola accusa di crudeltà sugli animali. È stata la stessa 49enne a denunciare l’uomo nel marzo 2017, sostenendo che Manazares l’avesse “costretta a fare sesso con Bubba”. Durante una perquisizioni, i poliziotti avevano trovato foto e video di Solano che faceva sesso con l’animale in una camera appositamente costruita per quelle bestialità. Gli investigatori hanno scoperto uno speciale spray a base di ormoni che Manazares usava per “attivare” il cane prima che lui e Solano ne abusassero.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/