fer Sean Cox ad Anfield


I tifosi del Liverpool con uno striscione per Sean Cox, l'uomo ferito ad Anfield. LaPresse

I tifosi del Liverpool con uno striscione per Sean Cox, l’uomo ferito ad Anfield. LaPresse

Simone Mastrelli, la persona estradata e accusata di aver ferito con danni gravissimi Sean Cox, tifoso del Liverpool, prima della semifinale di Champions League dello scorso anno tra la Roma e i Reds, si dichiarato colpevole dell’aggressione ed stato condannato a tre anni e mezzo di carcere. Lo riportano l’edizione inglese di Sky Sport e il Liverpool Echo, che sta seguendo live l’udienza davanti alla corte di Preston Crown. Altre due persone sono gi state condannate dai giudici inglesi, ma sia Filippo Lombardi che Daniele Sciusco sono stati ritenuti colpevoli dei disordini di quella notte a Liverpool, ma non dell’aggressione a Cox.

LA FIGLIA
Durante l’udienza, in cui stato sottolineato come sia la Roma sia il Liverpool abbiano aiutato concretamente Cox nella sua riabilitazione, ha preso la parola sua figlia: “Mio padre stato vittima di un brutale attacco. andato a vedere una partita con suo fratello ma non pi tornato a casa. Per noi il futuro incerto”. Il giudice Brown durante l’udienza ha mostrato il video completo dell’aggressione a Sean Cox e ha detto a Mastrelli: “Dopo quello che era successo sei andato allo stadio a goderti la partita e questo stato – riporta sempre il Liverpool Echo – particolarmente insensibile visto quello che era appena accaduto”.


La rimozione delle scritte antisemite comparse al Circo Massimo. Ansa

La rimozione delle scritte antisemite comparse al Circo Massimo. Ansa

AL CIRCO MASSIMO
Intanto, clima di nuovo pesante a Roma verso la partita contro la Lazio di Sabato sera. Al Circo Massimo sono comparse una svastica e la scritta: “Romanista Anna Frank” subito rimosse dal muro dalla polizia municipale. Nell’ottobre del 2017 erano gi comparsi degli adesivi con Anna Frank con la maglia della Roma, ad opera di ultr della Lazio, che avevano creato sdegno in tutto il mondo. “La scritta su un muro comparsa vicino il Circo Massimo mi fa orrore. Questo schifo non tifo, non calcio. Ringrazio i Pics della Polizia Locale di Roma Capitale per l’immediato intervento di rimozione della vile scritta”, ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi.

I VIDEO DI GAZZETTA TV

 Chiara Zucchelli 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it