“Figc? Per rispetto ho rifiutato. Marotta all’Inter mi piacerebbe”


Massimo Moratti, 73 anni. Getty

Massimo Moratti, 73 anni. Getty

Negli ultimi giorni si era parlato con insistenza di una sua candidatura alla presidenza della Figc. Ora a parlare è il diretto interessato, l’ex presidente dell’Inter Massimo Moratti, che a Rmc Sport ha spiegato le ragioni del rifiuto: “Non mi è sembrato corretto intraprendere questa strada per rispetto verso chi si era impegnato già da tempo e aveva raccolto i voti come Gravina. Però ho apprezzato la proposta di Andrea Agnelli, con lui il rapporto è sempre stato civile e affettuoso. Questa mossa credo possa cancellare le conseguenti arrabbiature dopo Calciopoli. Rimane la vicenda, ma non rimane il rancore”.

MAROTTA
Sempre sull’asse Milano-Torino tiene banco il destino di Marotta, ormai ex amministratore delegato bianconero che è stato avvicinato ai nerazzurri: “Non mi occupo di queste scelte, ma stimo molto Marotta. E’ stato molto capace sia prima sia dopo l’esperienza alla Juve. È una persona equilibrata che sa fare bene il proprio mestiere, lo apprezzerei tantissimo all’Inter. L’attuale Inter di Spalletti? Dopo un inizio preoccupante è arrivata la sterzata con il Tottenham, da quel momento le cose sono cambiate e i risultati si vedono. È una squadra che ha carattere, può puntare al meglio per poi arrivare più in alto possibile”. Infine Moratti ha parlato anche di Icardi: “Zanetti aveva un altro modo di fare, Icardi è un capitano perché ha imparato a esserlo, è protettivo e sorridente. Trascina la squadra coi suoi gol, indossa la fascia perché lo merita”.


 Gasport 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it