“Fino a giugno resto fermo. Inter? Nessun contatto”


Antonio Conte, 49 anni. Afp

Antonio Conte, 49 anni. Afp

Chi lo conosce, sa che ha una grande voglia di tornare in pista. Forse non lo d a vedere. Quel sorriso che mostra a Bergamo a ogni tifoso che gli chiede quale sar la sua prossima panchina trae in inganno, ma Antonio Conte sta facendo il countdown. Se potesse, andrebbe direttamente a maggio/giugno, quando la stagione 2018-2019 sar ormai conclusa: “Fino a quel momento non mi vedrete da nessuna parte, questo sicuro”. Ai box dallo scorso luglio, quando si chiuse l’avventura con il Chelsea (1 Premier e 1 Fa Cup conquistate in due anni), da quel momento il nome dell’ex c.t. azzurro stato accostato a tutti i pi grandi club d’Europa. E incontrandolo in occasione di Atalanta-Juventus, inevitabile partire dalla panchina pi “calda”.

Conte, pronto a rispondere all’ennesima domanda sull’Inter?


“(Ride, ndr). Se ne parla da tempo, ma sono solamente voci. Anzi, chiacchiere. Non c’ stato alcun contatto con la societ e con lo stesso Marotta, mi creda”.

Stesso discorso per Roma e Manchester United?

“In questa stagione non mi vedrete da nessuna parte. Per tutto il resto, vedremo pi avanti”.

Le offerte, per, sono parecchie.

“Valuter con calma, senza fretta. Ora presto, voglio aspettare l’occasione giusta. I fattori decisivi nella mia scelta saranno due: l’importanza del progetto e, soprattutto, l’entusiasmo. Accetter la proposta che mi dar pi gioia”.

I VIDEO DI GAZZETTA TV

Serie A o estero: preferenze?

“Non saprei, non chiudo a nulla”.

Non da tutti rifiutare il Real Madrid.

“C’ stata la possibilit di andare, ma non amo subentrare (Perez poi scelse Solari, ndr). Preferisco lavorare da inizio stagione. Inoltre, in quel momento, il Real era una ‘patata bollente’. Meglio di no…”.

Nazionale: giusto essere fiduciosi?

“Assolutamente s, il progetto di Mancini va avanti. E per tradizione, l’Italia deve essere al top del calcio mondiale. La strada quella giusta e i risultati iniziano a vedersi. Roberto sta lavorando alla grande, soprattutto con i giovani. Sono certo che ci toglieremo delle belle soddisfazioni”.

Conte, un sogno da realizzare?

“Essere felice a livello professionale e divertirmi nel prossimo club in cui lavorer”.


Link ufficiale: gazzetta.it