Forza politica pericolosa e con rozza ideologia di sinistra


Il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, torna ad attaccare il MoVimento 5 Stelle, ora forza di governo. “Oggi l’Italia è nelle mani di una forza politica pericolosa, con ideologie di sinistra vecchie e rozze, incompetente e senza esperienza”, scrive Berlusconi su Twitter. Una dichiarazione argomentata durante la presentazione di un libro su Bettino Craxi a Milano: “Oggi l’Italia è nelle mani di una forza politica ancor più pericolosa del Pds di Occhetto. Non soltanto perseguono un rozzo e feroce giustizialismo, ma hanno una totale incompetenza e inesperienza che rende chi ci governa pericoloso. È per questo che sono ancora in campo per salvare il Paese che amo. Non possiamo lasciare ai grillini il futuro del nostro Paese”.

Berlusconi rivolge anche un appello alla Lega di Matteo Salvini, alleata di governo del M5s: “Alla Lega diciamo: questo governo è contro natura e produce solo situazioni negative, ci porta a cose difficilissime quindi gli dico, mettete un alt alla continuazione di questo governo. Questo governo è un’alleanza illogica e innaturale”. Uno dei punti su cui il leader forzista è più critico riguarda quello che definisce il balletto sulle infrastrutture: “Ci costa molto, come tutto l’andamento del governo e le decisioni che vengono annunciate e poi smentite. Stanno facendo perdere la fiducia sull’Italia da parte dei grandi e piccoli investitori da cui dipende il nostro debito pubblico. Ci chiederanno interessi sempre più elevati a danno di tutti gli Italiani”.

Da questo Berlusconi si collega al tema della Tav e al voto del Consiglio comunale di Torino: “Non solo mi preoccupa ma credo che debba preoccupare tutti quanti, perché mettere anche sul piatto la Tap a cui sono stati costretti a dire sì, è un modo di procedere che non ha nessun senso. L’Italia ha bisogno infrastrutture, siamo al 50% in meno rispetto a Francia, Spagna e Germania. La Tav è importante come hanno dimostrato sindacati, imprenditori, scendendo in piazza per sostenere la prosecuzione”.

La legge di bilancio preoccupa il presidente di Fi: “Non è tanto il timore per una procedura di infrazione che ci fa essere contrari. Questa manovra non piace all’Europa ma non fa bene italiani. Si aumenta il debito, ma non per aumentare il lavoro e la crescita, la pressione fiscale, ma per favorire l’assistenzialismo che non ha mai fatto crescere il Paese”. E sullo scontro con l’Ue aggiunge: “Le decisioni in Europa si ottengono con il dialogo, non con il contrasto, la distanza o le offese”. Infine, con una battuta Berlusconi conclude: “Se mai mi accingerò a scrivere un libro, vorrei che fosse un monito per tutti i futuri Italiani”.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/