fu campionessa del mondo nel 2002. Aveva 38 anni


È morta la pallavolista trevigiana, ex nazionale, Sara Anzanello, oro ai Mondiali di volley del 2002. Aveva 38 anni ed era nata a Ponte di Piave. Nel 2013 era stata colpita da una grave forma di infezione e da allora la sua vita non era stata più la stessa. Aveva subito un trapianto di fegato e lottato per anni, affrontando la riabilitazione e riuscendo anche a tornare a giocare in Serie B. Ma alla fine ha dovuto arrendersi. A darne notizia il sito www.volleyball.it.

Sara era in Azerbaijan nel 2013 (era stata ingaggiata, all’epoca, dall’Azerrail Baku), quando una intossicazione da medicinali le devastò il fegato e la tenne a lungo tra la vita e la morte. Si era ripresa, come detto, ed era pure a tornata a giocare seppur a livello minore, con la maglia che aveva più cara quella dell’Agil Novara con cui aveva giocato gran parte della sua carriera. Lei che con la maglia della Nazionale aveva toccato quota 278 presenze. Lunghissimo il suo prestigioso curriculum: oltre all’oro Mondiale, due trionfi in World Cup, l’argento negli Europei 2005, cinque medaglia al Grand Prix. Senza dimenticare il titolo Europeo Under 19. A livello di club aveva alzato tre volte la Coppa Italia e tre coppe continentali.. Oggi la brutta notizia che ha scosso tutto il mondo della pallavolo italiana.

In occasione del secondo posto delle Azzurre di Mazzanti al mondiale in Giappone, aveva postato una sua foto su Twitter:


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/