Gattuso si gioca tutto. Contro la Lazio rivoluzione


Rino Gattuso, dentro o fuori. Ap

Lo “spot per il calcio italiano”, come l’ha definito ieri, ovviamente ai suoi occhi risulterebbe pi azzeccato se poi ad andare in finale fosse il Milan. Rino Gattuso vola alto, alla vigilia della sfida contro la Lazio che potrebbe impreziosire il maggio rossonero, ma anche peggiorare la perturbazione degli ultimi giorni sopra il cielo di Milanello. Ecco servita la Rino-revolution. In vista della partita di stasera il tecnico rossonero ha voluto dare una forte impronta personale. La novit pi grande nel ritorno a quella difesa a tre che in questo campionato ha visto la luce dal primo minuto soltanto due volte: col Genoa a fine ottobre e con la Lazio – non una casualit – a fine novembre. Quindi una mediana a quattro e la conferma del tridente: 3-4-3, modulo che probabilmente garantir a Berlusconi una lunga serie di notti agitate. Grandi novit anche negli uomini: innanzitutto con il ritorno di Caldara (fermo ai 90’ col Dudelange) al centro della difesa come ai tempi dorati di Bergamo, e poi con Laxalt largo a sinistra e Castillejo nel tridente. Tutte scelte non scontate.


Link ufficiale: gazzetta.it