Genoa, attacco in panne: Prandelli rispolvera l’highlander Pandev


Chi troppo, e chi nulla. Favilli (sei presenze in tutta la stagione, tutte partendo dalla panchina e appena 166 minuti in campo) ha dato ieri l’annuncio via social che il suo campionato finisce qui. Colpa dell’ennesimo infortunio, arrivederci in ritiro. Lapadula ha giocato la sua prima gara da titolare contro il Torino, domenica scorsa, ma sinora ha messo insieme solo 4 presenze e 121 minuti di gioco. Sanabria, giunto a gennaio con la pesante eredit di Piatek sulle spalle, dopo un’ottima partenza (tre gol nelle prime quattro gare) ha spento la luce. Ha giocato 11 partite (9 da titolare), ma non segna dal 17 febbraio. Kouame lo stakanovista del gruppo, 33 presenze su 33 gare, 29 da titolare, 2.684 minuti in campo: il giocatore rossobl che quest’anno ha giocato di pi. Di testa sempre un re, ma avrebbe bisogno di rifiatare, anche se contro i granata la miglior occasione della partita arrivata per il Genoa proprio su un suo colpo di testa sventato da Sirigu.

eterno
Ma domenica contro la Spal ritorna lui, l’eterno Pandev: a 36 anni, con il grande sogno di giocare l’Euro 2020 con la sua Macedonia e poi di chiudere la carriera, il giocatore offensivo che pi di tutti ha dimostrato sinora di saper fronteggiare una situazione ambientale cos complicata e di sfruttare ogni occasione in campo con intelligenza. Prandelli deve scegliere qui, non ha altre grandi alternative: restano 450 minuti da giocare per tenere a galla il suo Genoa, che nelle ultime nove partite ha segnato solo tre gol.


 Filippo Grimaldi 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it