Genoa, Piatek gi dimenticato. Ora il bomber Sanabria


Antonio Sanabria, 22 anni, paraguaiano, festeggia dopo il gol all’Empoli Lapresse

Antonio Sanabria, 22 anni, paraguaiano, festeggia dopo il gol all’Empoli Lapresse

Primo pallone giocato, e subito in gol. Meglio di cos Antonio Sanabria non avrebbe potuto cominciare la sua avventura genoana al ritorno in Italia, grazie al gol del definitivo 3-1 segnato a Empoli. Il paraguaiano ha un’eredit pesante: fare dimenticare in fretta Piatek, passato al Milan dopo aver segnato 13 gol in 4 mesi di campionato in rossobl. Il 22enne ex Betis Siviglia, gi visto in Serie A con Roma e Sassuolo (4 presenze e 68 minuti prima di Empoli), ne perfettamente consapevole, e con lui pure Cesare Prandelli. Il quale, non a caso, all’arrivo del giocatore a Genova, gli ha subito chiesto dove sente di potere e dovere migliorare. Onesta l’analisi dell’attaccante, entrato al posto di Romulo al 23’ del secondo tempo e in gol dopo 5’ al debutto genoano: Antonio ha infatti riconosciuto, come gi gli veniva rimproverato in Spagna, di mancare della necessaria continuit. E su questo aspetto lavoreranno adesso il giocatore e il Genoa. Ad una condizione, come ha ribadito l’allenatore rossobl dopo la vittoria di Empoli: “Dimentichiamoci il passato e pensiamo a chi c’ adesso nel Genoa”. Soltanto cos si render meno gravoso il peso della responsabilit, innanzitutto per Sanabria.


I VIDEO DI GAZZETTA TV

 Filippo Grimaldi 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it